Sabato 23 Gennaio 2021 | 22:47

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

La pena di morte è deterrente indispensabile in Iraq

La risposta è del ministro degli esteri iracheno, dopo che l'Unione Europea aveva sollecitato un'abolizione della pena
BRUXELLES - In Iraq è necessario contare su «deterrenti» per affrontare «le sfide del terrorismo»: lo ha detto il ministro degli esteri iracheno,Hosyar Zebari, rispondendo ad una domanda sulla pena di morte a Baghdad.
«E' necessario avere deterrenti per chi commette atti gravi di terrorismo», ha sottolineato Zebari a Bruxelles dopo un pranzo di lavoro con i ministri degli esteri Ue, sottolineando che «ci deve essere questa possibilità proprio per convincere» i terroristi a non compiere questi atti.
«Capisco il messaggio dell'Ue sulla pena capitale, e tale messaggio mi è stato trasmesso», ha detto il ministro, ricordando la contrarietà dei Venticinque alla pena di morte e sottolineando che «il nuovo Iraq, libero e democratico, che speriamo di costruire dovrebbe evitare di avere la pena di morte».
«Su questo punto la decisione è molto ardua, la questione è sensibile e delicata», ha proseguito il ministro, ribadendo che Baghdad «comprende la posizione dell'Ue e dei paesi democratici che hanno abolito la pena di morte».
Ma - ha aggiunto - l'Iraq «deve confrontarsi con le sfide dei terroristi che uccidono cittadini iracheni, e pertanto il nuovo governo del paese deve intervenire con fermezza, ed essere deciso per tenere la situazione sotto controllo».
«Io stesso ho sempre difeso i diritti umani», ha precisato il ministro sottolineando «la massima simpatia nei confronti della posizione europea, e tuttavia il nostro paese deve misurarsi con una situazione molto dura sul terreno».
«Deve quindi esserci questa possibilità al fine di convincere i terroristi a non portare avanti» tali uccisioni e atti di violenza, ha concluso il ministro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400