Martedì 26 Gennaio 2021 | 22:10

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

Esteso di altre 48 ore l'ultimatum sull'ostaggio filippino

BAGHDAD - Esteso di altre 48 ore l'ultimatum sull'ostaggio filippino in Iraq. I rapitori hanno concesso al governo di Manila altri due giorni di tempo per ritirare il contingente inviato in Iraq prima di uccidere Angelo de la Cruz, il camionista sequestrato la scorsa settimana.
Ieri era scaduto nel più assoluto silenzio l'ultimatum di 24 ore. Il governo di Manila aveva respinto la richiesta di anticipare il ritiro delle sue truppe (51 soldati in tutto) prima della scadenza già fissata del 20 agosto.
Gli estremisti islamici avevano invece preteso che entro le 23 ora di Baghdad (le 21 in Italia) le Filippine avessero dovuto dichiarare l'inizio del ripiegamento, in caso contrario l'ostaggio sarebbe stato ucciso. Nell'imminenza dello scadere dell'ultimatum non si è avuta alcuna reazione.
Nessuna notizia neppure dell'egiziano rapito all'inizio della settimana (ma si starebbe negoziando per il pagamento di un riscatto), né dei camionisti bulgari Georgy Lazov e Ivailo Kepov, nelle mani del terrorista giordano Abu Musab al-Zarqawi: fonti del governo di Sofia si sono limitate ad affermare di «avere elementi per ritenere che i due nostri concittadini siano ancora vivi» nonostante l'ultimatum dei sequestratori sia scaduto ormai da quasi tre giorni.
Lo stesso Al Zarqawi è tornato a farsi vivo oggi con un messaggio diffuso via internet con il quale rivendica la responsabilità dell'attacco compiuto nei giorni scorsi contro una base militare a Samarra, 120 chilometri a nord di Baghdad, nel quale rimasero uccisi 5 marines.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400