Martedì 19 Gennaio 2021 | 18:55

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
TarantoLa denuncia
Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Rti cresce vertiginosamente, alla Rai non basta il canone

ROMA - Il canone della Rai non garantisce le risorse necessarie alla televisione pubblica. Il presidente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Enzo Cheli, lo dice nella sua relazione annuale: «Il canone continua il suo declino, rappresentando ormai meno di un quarto delle risorse del sistema». «Le dimensioni del mercato televisivo italiano hanno fatto registrare nell'anno una crescita del 5,9% -spiega Cheli- raggiungendo quasi i 5,9 miliardi di euro. In questa crescita, il ruolo della concessionaria pubblica è apparso marginale, quello di Rti superiore a quello medio di mercato, mentre i ricavi della televisione a pagamento hanno fatto registrare una decisa accelerazione, con un incremento superiore al 18%, anche se la pubblicità resta la componente prevalente tra le fonti di finanziamento del settore (57,3%)».
Per quanto riguarda le quote del mercato televisvo, spiega Cheli, «la concessionaria pubblica continua ad essere l'impresa più rilevante, mentre Mediaset segue con un leggero aumento rispetto all'anno precedente. Congiuntamente le due emittenti assorbono il 74,3% dei ricavi televisivi, nonché l'86,5% delle risorse del mercato pubblicitario».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400