Domenica 16 Dicembre 2018 | 00:48

GDM.TV

Casini: «La riduzione delle tariffe energetiche è una priorità reale»

ROMA - «La riduzione delle tariffe energetiche resta una priorità reale, che non può essere elusa e che deve anzi essere affrontata con coraggio e determinazione». Così il presidente della Camera Pierferdinando Casini è intervenuto in occasione della relazione annuale dell'Authority per l'Energia.
Casini ha sottolineato come «l'approvigionamento di energia continua a rappresentare una delle più pesanti voci di spesa nei bilanci delle imprese e delle famiglie, attestandosi su livelli che, nel confronto internazionale, restano decisamente elevati». Per il presidente della Camera «l'Italia è purtroppo ancora in attesa dei benefici che l'apertura dei mercati avrebbe dovuto assicurare: un'attesa che - ha detto - nel suo protrarsi comprime la possibilità di una piena tutela degli utenti comuni e rappresenta insieme, dal punto di vista dei costi per le imprese, una ipoteca consistente sul recupero della competitività del nostro paese».
Casini ricordando che la «situazione trova le sue radici in fattori assai articolati» ha sottolineato che «gli interventi dell' autorità possono svolgere una azione decisiva». E, in questa direzione - ha aggiunto - «si profila a breve una importante occasione di verifica del processo di liberalizzazione del settore elettrico: mi riferisco agli effetti dell'apertura del mercato, dal lato della domanda, a tutti i titolari di partita iva a partire dal 1 luglio scorso e dal correlativo avvio, a titolo sperimentale, della Borsa Elettrica». Il presidente della Camera ha comunque tenuto a precisare che c'è anche «una responsabilità propria della politica: evitare cioè il rischio che l'ingresso di nuovi imprenditori sul mercato energetico possa essere in qualche modo frenato da una incertezza dai dati generali di contesto. Intendo - ha aggiunto - riferirmi in particolare al quadro costituzionale delle competente in materia energetica». Parlando così della riforma del titolo V della Costituzione che inserisce l'energia tra le materie concorrenti Casini ha ricordato che sono state originate «alcune incertezze interpretative».
«Si tratta di assestamenti per la gran parte fisiologici ma credo che sia interesse primario del paese, e quindi preciso dovere per tutte le forze politiche, concorrere a definire un quadro di riferimento certo nella materia energetica: un presupposto indefettibile per politiche efficaci e di lungo periodo che sappiano assecondare lo sviluppo economico e sociale del paese con la necessaria intensità ed il necessario equilibrio», ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini