Sabato 15 Dicembre 2018 | 06:18

GDM.TV

La «finanza creativa» di Giulio Tremonti

ROMA - Il programma economico di Giulio Tremonti per la legislatura in corso inizia da lontano, dalla sua esperienza come responsabile delle Finanze per il primo governo Berlusconi nel '94 e dal periodo passato all'opposizione attaccando i provvedimenti del centrosinistra e quelli di Vincenzo Visco in particolare.
Un anno prima della vittoria elettorale della Cdl, nel 2000, espone in un'intervista la sua linea per quelli che saranno i primi tre mesi di governo. «I primi cento giorni - dice - saranno fondamentali per trasmettere agli italiani la portata rivoluzionaria del nostro messaggio liberale». Il pacchetto, nelle intenzioni del superministro, intende appunto dare «una scossa» all'economia e prevede, oltre alle misure contingenti, alcuni provvedimenti di lungo respiro, come la delega per la riforma del diritto societario, e altre misure:
- TREMONTI BIS: la detassazione degli utili reinvestiti in beni strumentali con un campo di applicazione più esteso sia della prima versione sia della Dit.
- SOMMERSO: incentivi fiscali e contributivi che crescono in misura proporzionale al volume di lavoro che viene fatto emergere.
- OPERE E INFRASTRUTTURE: è la Legge Obiettivo. Per il governo uno «strumento essenziale per il rilancio». Ogni anno verranno identificati i progetti con la legge finanziaria e, con la legge obiettivo, avranno un iter veloce, perchè potranno essere superati tutti gli ostacoli giuridici.
- ADDIO TASSA SUCCESSIONE: E' azzerata l'imposta sulle successioni e sulle donazioni.
- PADRONI A CASA PROPRIA: E' il provvedimento contro le lungaggini burocratiche nella possibilità di ristrutturare internamente gli edifici, rispettando i volumi e le facciate, con una semplice denuncia di inizio di attività.
A settembre del 2001 parte l'operazione per il rientro dei capitali dall'estero.
- SCUDO FISCALE: consente «con una dichiarazione riservata» e il pagamento di un'imposta sostitutiva del 2,5% sull'ammontare che si vuole sanare di far rientrare i beni esportati illegalmente. E' prevista per il periodo novembre 2001-febbraio 2002; una proroga ne estenderà gli effetti fino a giugno 2002.
Con la finanziaria per il 2003 arriva poi la carica delle una tantum.
- CONDONI: spaziano dal concordato al condono per le tasse locali, fino alla sanatoria per i canoni Rai non versati e ai manifesti illegalmente affissi. Scoppia la polemica sui condoni fiscali (le cui scadenze verranno prorogate) ma soprattutto su quello edilizio, cui solo nei giorni scorsi si è pronunciata la Consulta per sottolineare la necessità di una legge statale che fissi alcuni indispensabili termini per far funzionare il nuovo tipo di sanatoria edilizia, riconoscendo alle Regioni la legislazione tecnica.
Con la prima finanziaria parte anche la privatizzazione degli immobili pubblici.
- CARTOLARIZZAZIONI: prevedono in particolare la cessione degli immobili a una o più società «veicolo» (Scip) che gestiranno la privatizzazione e il collocamento sul mercato con l'avvio di dismissioni «anche in più fasi». Legata alla cartolarizzazione degli immobili c'e poi la creazione di «PATRIMONIO SPA» e «INFRASTRUTTURE SPA», che dovranno rispettivamente valorizzare e eventualmente vendere i beni pubblici e contribuire alla realizzazione delle grandi opere infrastrutturali, così come la trasformazione della Cassa Depositi e prestiti in una Spa aperta ai privati (il 30% viene rilevato dalle Fondazioni). Tutte operazioni che hanno un effetto contabile diminuendo, più nella forma che nella sostanza, il debito pubblico. Tremonti lancia quindi nel corso dei suoi oltre 1.000 giorni alla guida di Via XX Settembre l'idea di misure «colbertiane» per rilanciare l'economia e a più riprese cerca di varare il taglio delle tasse. Un piano da sempre nel programma del ministro dell'Economia e del presidente del Consiglio. Basato su due aliquote, diventa il nodo dell'ultimo scontro con Alleanza nazionale, quello che lo vede perdere il duello con Gianfranco Fini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori