Venerdì 26 Febbraio 2021 | 11:51

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoArea a caldo
Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

 
BariAlla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 
MateraLa polemica
Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

 
FoggiaL'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

Neonato tra i cespugli mentre la madre si prostituisce

ROMA - Una prostituta che lasciava il figlio di 11 giorni in una culla sul ciglio di una strada mentre si appartava con i clienti poco lontano, ed una sua collega alla quale la donna aveva affidato il bimbo perchè lo accudisse, sono state denunciate dalla polizia a Roma per abbandono di minore.
Un ispettore del commissariato Prenestino, durante un turno di controllo nella zona di piazza Pino Pacali, vicino al centro carni comunale, ha notato il bambino nella carrozzella che piangeva e che si è acquietato solo quando lo ha preso in braccio. Poco lontano i poliziotti hanno trovato la madre, appartata con un anziano cliente, e nei pressi anche la prostituta a cui la donna aveva affidato il piccolo, anche lei appartatasi momentaneamente per un rapporto sessuale poco lontano con un giovane, che è fuggito alla vista della polizia.
Madre e neonato, che è stato fatto visitare da un medico, sono stati accompagnati in un centro di accoglienza.
Sarebbe stata solo una storia di normale routine per la polizia, un controllo di prostitute, come se ne fanno tanti nella zona, se non ci fosse stato quel bambino di 11 giorni, che piangeva disperatamente sotto il sole, e le spiegazioni ed il tentativo di giustificarsi dall'accusa di abbandono da parte della madre. «Non ho altri modi per trovare i soldi per comprare da mangiare e non so a chi affidare mio figlio quando mi prostituisco», ha detto alla polizia.
Quella madre prostituta, ed anche la sua collega che accudiva il bambino alternandosi con la madre, mentre entrambe alternavano la sorveglianza del piccolo con i pochi minuti che trascorrevano con i clienti, vivono, ha appurato la polizia, su alcuni cartoni sistemati alla meglio sotto un piccolo spazio di un solaio di un centro commerciale in via Collatina.
Qui probabilmente è nato il bambino, e solo dopo undici giorni dalla sua nascita la madre è tornata in strada a fare il lavoro che gli consente di acquistare da mangiare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400