Sabato 23 Gennaio 2021 | 05:02

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Il presidente dell'associazione italiana editori scrive a Tremonti

ROMA - «Più di una norma anti-zainetti mi sembra si tratti di una norma anti-libro e anti-editoria». Reagisce così il presidente dell'Aie Federico Motta in una lettera al ministro dell'economia Giulio Tremonti dopo la notizia che nella manovra che il ministro presenterà al Cdm ci sarà una norma che prevede la possibilità di scaricare i libri scolastici da internet pagando solo i diritti d'autore.
«Onorevole ministro - scrive Motta al Ministro - più che una norma anti-zainetti mi sembra si tratti di una norma anti-libro e anti-editoria, come se quest'ultima non avesse parte nella progettazione e realizzazione di un libro, tanto più se destinato alla scuola, ma solo avesse la funzione di stampare e distribuire».
«Quale che sia il significato politico e culturale della proposta - prosegue Motta - ritengo che per realizzarla vi siano problemi assai complessi da risolvere, tecnici, economici e giuridici, per i quali si richiede comunque il coinvolgimento degli editori, che non mi risulta siano stati sentiti su una materia che li tocca cos pesantemente». «Nonostante si tratti dell'Associazione che riunisce la maggioranza delle Case editrici italiane, l'AIE non mai stata contattata su un ipotesi di questo tipo, che ci capitato di leggere casualmente. Ci sembra, quanto meno - conclude Motta - di meritare qualche chiarimento, in modo da poter evidenziare le esiziali conseguenze di un simile modo di procedere, e non solo sul settore del sistema produttivo italiano più direttamente interessato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400