Martedì 19 Gennaio 2021 | 01:05

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Lecceoperazione dei CC
Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Covid news h 24prevenzione
Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Le competenze del tribunale speciale iracheno (Tsi)

BAGHDAD - Il Tribunale speciale iracheno (Tsi) - davanti al quale è comparso oggi l'ex dittatore di Baghdad Saddam Hussein, e compariranno altri undici ex gerarchi del passato regime per la formalizzazione delle accuse nei loro confronti - è stato istituito dall'allora Consiglio di governo transitorio iracheno il 10 dicembre 2003 con l'approvazione dall'ex amministratore americano Paul Bremer. Tre giorni dopo l'ex rais fu catturato.
Il Tsi deve giudicare i crimini commessi tra il 17 luglio 1968 - data del colpo di stato che condusse al potere il partito Baath - e il primo maggio 2003, fine ufficiale della guerra contro l'Iraq e crollo del regime. Ha giurisdizione anche per i crimini commessi durante la guerra contro l'Iran (1980-88) e l' invasione del Kuwait (1990-91).
Il tribunale - la cui formazione è stata molto laboriosa per le continue minacce mosse ai suoi componenti, i quali vivono tuttora sotto protezione - giudicherà in base alla legge irachena ma anche in base al diritto internazionale. Potrà avvalersi di consulenti internazionali. Il governo potrà scegliere giudici anche stranieri. Il Tsi comprende un tribunale di prima istanza composto da cinque giudici permanenti nominati per cinque anni, una corte di appello di nove magistrati e 20 giudici istruttori il cui incarico dura tre anni.
Esso ha giurisdizione su genocidi, crimini contro l'umanità, crimini di guerra, violazioni delle leggi irachene come la prevaricazione e l'uso di una posizione dominante per condurre una politica «che possa condurre alla guerra o all'impiego dell'esercito iracheno contro un altro paese arabo».
Il giudice istruttore raccoglie le prove: può farlo interrogando la persona sospettata, le vittime, i testimoni. Il sospettato può avere assistenza legale, e i suoi avvocati possono anche essere stranieri a condizione che il capo del collegio di difesa sia iracheno.
Se il capo degli istruttori ritiene sufficienti le prove raccolte può porre il sospettato formalmente sotto inchiesta. Su richiesta del Tsi, può emettere mandato di arresto, di carcerazione e prendere «tutte le misure per portare il processo a buon fine».
L'accusato deve essere informato delle accuse a suo carico.
Nel corso del processo, il tribunale deve leggere l'atto di accusa, assicurarsi che i diritti dell'imputato siano rispettati e che quest'ultimo abbia capito bene le accuse che gli sono mosse prima di chiedergli se si ritiene colpevole o innocente.
La Corte giudica a maggioranza. L'imputato ha diritto a ricorrere in appello. Se questa seconda istanza giudica il ricorso ricevibile, deve tenersi un secondo processo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400