Martedì 18 Dicembre 2018 | 13:03

GDM.TV

i più visti della sezione

Le leggende sulla Madonna della Bruna

Quante leggende attorno alla Madonna della Bruna!
La storia più suffragata è quella del carrettiere che, nei primi giorni di un torrido luglio di tanti anni fa, tornando dalla campagna s'imbatté in una bellissima e giovane donna che gli chiese un passaggio sul «tràino» perché era stanca e tanta strada l'aspettava ancora.
L'uomo fu tentato di rifiutare, ma non se la sentì di lasciare per strada la fanciulla e la fece salire sul carro e s'avviò verso casa. Durante il percorso l'uomo pur senza scambiare molte parole con la fanciulla si sentiva pervaso da un'infinita gioia. Preoccupato, però, per la moglie gelosa il carrettiere pregò l'ospite di scendere nei pressi della chiesa di Piccianello. La donna, accomiatandosi, gli consegnò un foglietto sul quale aveva espresso il desiderio d'essere prelevata dal vescovo, da tutto il clero e dai nobili di Matera perché «Così, su un carro molto ben addobbato, voglio entrare ogni anno nella mia città», pare avesse scritto la donna.
Il carrettiere, sempre più estasiato, corse in Curia a riferire dello strano evento e quando gli interpellati si riversarono nei pressi della chiesa di Piccianello, non credettero ai propri occhi per l'eccezionalità dell'evento cui assistettero. Un semplice carro agricolo si trasformò in trionfale con addobbi e luminarie mentre al centro dominava una statua della Madonna.
Il carro fu sospinto a Matera sino alla piazza antistante la Cattedrale e qui fu fatto girare tre volte come a voler consegnare la città alla Madonna che ne fu proclamata la protettrice.
L'evento è festeggiato ogni 2 luglio in coincidenza della mietitura e voler così ringraziare la Madonna dei buoni raccolti ed auspicarne di migliori.
Quasi tutte le più importanti feste e manifestazioni di religiosità popolare sono legate all'andamento dei lavori nei campi. Si chiede a santi e alla Madonna di intercedere presso il Padre Eterno per evitare carestie, cattivi raccolti e malattie agli animali come agli uomini. Invocando la fertilità dei campi si chiede anche, se non soprattutto, quella delle donne.
Non si lesinano spese per la festa e quella della Bruna di Matera è davvero sontuosa e con un cerimoniale d'eccellenza. Le cerimonie iniziano già il 25 giugno con la novena e l'annuncio dell'illuminazione del campanile della Cattedrale. La statua è rivestita con abiti lussuosi e l'arcivescovo invita solennemente il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali a partecipare alla prima delle processioni durante la quale la statua è trasportata dalla chiesa di San Giuseppe alla Cattedrale dove è deposta su un trono e incensata. Fuori esplodono le prime delle tante batterie di fuochi d'artificio.
S'intona il «Magnificat» mentre una moltitudine di devoti invade il tempio per pregare e per prepararsi ai grandi eventi del 2 luglio.
Una festa che esige una città gioiosa con bande musicali, venditori ambulanti, rintocchi campane, illuminata. Come da millenaria tradizione.

V.S.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto