Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 01:05

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Proteste contro la discarica: i cittadini dicono «no» all'accordo

NAPOLI - La delegazione dei cittadini di Montecorvino Rovella non ha nemmeno firmato il verbale del vertice in Prefettura con il ministro Matteoli, il responsabile della Protezione civile Bertolaso e il commissario di governo Catenacci, ribadendo il suo no all'apertura della discarica di Parapoti. «Noi andremo ora a riportare ai cittadini che manifestano quello che è successo a questo tavolo - dice con foga Enzo Russolillo parlando a nome di tutti i sette delegati - non c'è stato mai accordo, c'è stata una comunicazione di decisioni già prese. Abbiamo raccolto le notizie, e torniamo al presidio nella stazione per comunicarle. Sarà la gente a decidere con calma quello che dovrà fare». Ai cronisti che li informano che a Montecorvino si sono levate grida di «venduti» al loro indirizzo, Russolillo sottolinea come su «un delicato problema di ordine pubblico» ci sano state notizie fuorvianti: «Non penso che la gente poteva essere contenta di soluzioni prese unilateralmente». E spiega: «Non ci sono stati i termini di una trattativa, le decisioni del commissario e del ministro sono notifiche fatte a noi. La delegazione ha respinto con forza ogni proposta di riapertura seppure temporanea della discarica di Parapoti, chiedendo invece al governo e a tutte le istituzioni l'onere economico di soluzione alternative. Il no a Parapoti resterà sempre tale. Con forza abbiamo ribadito un solo elemento, quello di bonificare partendo dalla discarica già dismessa di Colle Barone fino a quella di Parapoti. L'educazione e l'intelligenza di chi ha portato un messaggio di protesta non deve essere confusa con la disponibilità a concordare. Noi vogliamo la parola fine per Parapoti senza mettere a repentaglio l'incolumità di chi sta manifestando in maniera civile».
«Nessun accordo - ribadisce Rosa Sproviero - è ingiusto martorizzare un territorio che subisce da trent'anni. Ora andremo là e vedremo cosa fare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400