Lunedì 17 Dicembre 2018 | 03:11

GDM.TV

Proteste contro la discarica: i cittadini dicono «no» all'accordo

NAPOLI - La delegazione dei cittadini di Montecorvino Rovella non ha nemmeno firmato il verbale del vertice in Prefettura con il ministro Matteoli, il responsabile della Protezione civile Bertolaso e il commissario di governo Catenacci, ribadendo il suo no all'apertura della discarica di Parapoti. «Noi andremo ora a riportare ai cittadini che manifestano quello che è successo a questo tavolo - dice con foga Enzo Russolillo parlando a nome di tutti i sette delegati - non c'è stato mai accordo, c'è stata una comunicazione di decisioni già prese. Abbiamo raccolto le notizie, e torniamo al presidio nella stazione per comunicarle. Sarà la gente a decidere con calma quello che dovrà fare». Ai cronisti che li informano che a Montecorvino si sono levate grida di «venduti» al loro indirizzo, Russolillo sottolinea come su «un delicato problema di ordine pubblico» ci sano state notizie fuorvianti: «Non penso che la gente poteva essere contenta di soluzioni prese unilateralmente». E spiega: «Non ci sono stati i termini di una trattativa, le decisioni del commissario e del ministro sono notifiche fatte a noi. La delegazione ha respinto con forza ogni proposta di riapertura seppure temporanea della discarica di Parapoti, chiedendo invece al governo e a tutte le istituzioni l'onere economico di soluzione alternative. Il no a Parapoti resterà sempre tale. Con forza abbiamo ribadito un solo elemento, quello di bonificare partendo dalla discarica già dismessa di Colle Barone fino a quella di Parapoti. L'educazione e l'intelligenza di chi ha portato un messaggio di protesta non deve essere confusa con la disponibilità a concordare. Noi vogliamo la parola fine per Parapoti senza mettere a repentaglio l'incolumità di chi sta manifestando in maniera civile».
«Nessun accordo - ribadisce Rosa Sproviero - è ingiusto martorizzare un territorio che subisce da trent'anni. Ora andremo là e vedremo cosa fare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia