Sabato 16 Gennaio 2021 | 15:39

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariMusica
Ecco come Bari festeggia il compleanno di Niccolò Piccinni

Ecco come Bari festeggia il compleanno di Niccolò Piccinni

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

 
Materala ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 

i più letti

Iraq - Le forze politiche in campo

ROMA - I componenti del nuovo governo ad interim iracheno, al quale oggi l'amministrazione provvisoria di occupazione guidata dagli americani ha ceduto i suoi poteri, appartengono a tutte le maggiori formazioni politiche del Paese, salvo che al Baath, il partito al potere ai tempi di Saddam Hussein. Ecco un quadro di tali forze politiche.
PARTITO ISLAMICO IRACHENO: di credo sunnita, ma a base nazionalista e non panislamica. E' guidato da Mohsen Abdel Hamid e ha svolto un ruolo importante nel raggiungere una tregua per porre fine ai combattimenti tra americani e insorti lo scorso aprile a Falluja.
I PARTITI SCIITI:
1) SUPREMO CONSIGLIO PER LA RIVOLUZIONE ISLAMICA (Sciri): è il più importante gruppo sciita. Sostenuto dall'Iran, era guidato dall'ayatollah Mohammed Baqer al Hakim, rientrato in Iraq dopo anni di esilio a Teheran e ucciso il 29 agosto 2003 in un attentato nella città santa di Najaf. Ha un'organizzazione paramilitare. Lo Sciri, contrario ad un'amministrazione americana provvisoria in Iraq, vuole instaurare uno Stato islamico. Il fratello della defunta guida spirituale dello Sciri, Abdul Aziz Al Hakim, è stato il 16 aprile scorso il primo rappresentante del gruppo a rientrare in Iraq.
2) PARTITO ISLAMICO DAWA (Idp): fondato nel 1958, ha la sua base a Teheran e vuole uno Stato islamico in Iraq. Dawa significa «chiamata all'Islam». Negli anni Ottanta condusse diversi attacchi contro il regime, incluso un tentativo di assassinare Saddam Hussein, nel luglio 1982.
I PARTITI CURDI:
1) PARTITO DEMOCRATICO DEL KURDISTAN (Pdk): guidato da Massud Barzani, figlio del leggendario Mustafa, è un movimento tribale che organizza i combattenti curdi nell'Iraq settentrionale, vicino al confine con la Turchia; insieme con l'Unione patriottica del Kurdistan, ha amministrato il nord dell'Iraq fino allo scoppio della guerra il 20 marzo 2003, sotto l' ombrello dell'aviazione americana e britannica. La legge fondamentale approvata lo scorso marzo dal Consiglio di governo provvisorio iracheno, che di fatto fungeva da Costituzione provvisoria, garantiva l'autonomia di entrambi i partiti curdi, ma la risoluzione 1546 dell'Onu non vi fa riferimento.
2) UNIONE PATRIOTTICA DEL KURDISTAN (Upk): altro movimento curdo, radicato nella zona nordorientale del paese, vicino alla frontiera con l'Iran; guidato da Jalal Talabani, è spiccatamente di sinistra.
MOVIMENTO PER L'INTESA NAZIONALE: è un ex partito di opposizione di ispirazione laica che ebbe stretti rapporti con la Cia e i servizi segreti britannici ai tempi di Saddam Hussein. Nelle sue file Iyad Allawi, il primo ministro del governo ad interim.
PARTITO COMUNISTA IRACHENO: sta rinascendo a Baghdad dopo l'intervento americano. Il numero degli iscritti è segreto, probabilmente intorno a qualche decina di migliaia di militanti.
In 70 anni di storia, i comunisti iracheni sono vissuti quasi sempre in clandestinità, prima perseguitati dalla monarchia e poi da Saddam. Dopo il crollo del regime sono entrati nel Consiglio di governo provvisorio e Mufid al Jazairi è stato riconfermato ministro della cultura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400