Lunedì 17 Dicembre 2018 | 04:09

GDM.TV

Vigilia di attentati ad Istanbul: 4 morti e 16 feriti, aspettando Bush

ISTANBUL - Quattro persone sono state uccise e altre 16 ferite oggi in due attentati, a Istanbul e a Ankara, a pochi giorni dalla visita del presidente americano George W. Bush e dal vertice della Nato che si terrà all'inizio della settimana prossima nella città sul Bosforo.
In entrambi gli attentati le indagini puntano verso gli ambienti estremisti di sinistra, piuttosto che verso quelli del terrorismo integralista islamico, già responsabili delle recenti stragi.
La Casa Bianca ha reagito annunciando che niente cambia nei programmi di Bush; mentre la Nato ha ribadito fiducia nelle forze di sicurezza turche.
L'attentato più sanguinoso è avvenuto a Istanbul, alle 15:15 locali (le 14:15 italiane), quando una bomba è esplosa in un autobus nei pressi di un ospedale, facendo quattro morti (due uomini e due donne, una delle quali probabilmente trasportava l'ordigno) e una decina di feriti, secondo fonti ospedaliere citate dall'agenzia semiufficiale Anadolu.
Qualche ora prima, ad Ankara, un pacco bomba era esploso vicino all'Hotel Hilton, dove sabato notte dovrebbe alloggiare Bush: due poliziotti e un passante sono rimasti feriti.
L'esplosione di Istanbul, secondo il governatore della metropoli Muammer Guler, è stata accidentale: «L'obiettivo non era l'autobus. La bomba era trasportata da un posto a un altro», ha detto Guler, aggiungendo che le autorità sospettano «un gruppo marxista leninista».
Il governatore ha detto che la bomba veniva trasportata da una donna di circa 25 anni, quando le è esplosa in grembo mentre l'autobus passava vicino a un ospedale, nel quartiere residenziale di Fatih. L'ordigno, ha precisato Guler, era una bomba a percussione, un tipo spesso usato in attentati in Turchia e che fa molto rumore ma di solito pochi danni. Un giornalista ha riferito che l'autobus aveva i finestrini frantumati, ma dall'esterno non sembrava gravemente danneggiato. Tre persone, fra cui una donna, sono state fermate nell'ambito delle indagini.
Una bomba a percussione era anche quella celata in un pacco e esplosa a Ankara nel posteggio dell'Hilton. Questo attentato è stato rivendicato da una piccola formazione di estrema sinistra, il Partito comunista marxista leninista, responsabile in passato di attentati di minor conto contro obiettivi governativi.
Un altro ordigno a scoppio ritardato è stato scoperto e disinnescato a Yalova, un centinaio di chilometri a sud di Istanbul: la bomba - ha detto la polizia - era nascosta in una valigia abbandonata vicino a un concessionario di automobili sull'autostrada fra Yalova e Bursa.
Gli attentati di oggi vanno a aumentare le preoccupazioni per la sicurezza in vista della visita di Bush e del vertice Nato, con le autorità già in allerta per le manifestazioni di protesta annunciate contro i due eventi. Da alcune settimane, le forze di sicurezza effettuano fermi preventivi di militanti islamici, curdi e marxisti.
Ad Ankara, più di 10.000 poliziotti sono stati mobilitati per la visita del presidente americano, che arriverà sabato sera e domenica mattina deve incontrare il primo ministro Tayyp Erdogan e il presidente Ahmet Necdet Sezer.
Domenica pomeriggio il presidente americano si trasferirà a Istanbul per partecipare insieme a un'altra quarantina di capi di stato e di governo al vertice dell'Alleanza atlantica, che proseguirà anche lunedì 29. Nelle strade della megalopoli sul Bosforo - teatro a novembre di due giornate di sangue con autobombe e kamikaze che provocarono una sessantina di morti - saranno mobilitati almeno 24.000 agenti, mentre aerei Awacs assicureranno la sorveglianza dal cielo. In occasione del vertice verrà chiusa la metropolitana e addirittura verrà sospeso il transito delle petroliere nello stretto del Bosforo.
Il segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer ha voluto tuttavia ribadire la fiducia nelle forze di sicurezza turche: «Confermiamo la piena fiducia nella polizia e nei nostri ospiti turchi», ha detto de Hoop Scheffer. «Sarò lì - ha aggiunto - e ho piena fiducia che i nostri ospiti turchi abbiano preso tutto le misure necessarie per assicurare non solo un vertice politicamente buono e interessante ma anche sicuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia