Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 04:08

GDM.TV

i più visti della sezione

Lippi prenderà il posto di Trapattoni

Marcello LippiLISBONA - Manca solo l'ufficialità, ma sarà Marcello Lippi il nuovo ct dell'Italia. L'ex allenatore della Juve succederà a Giovanni Trapattoni, e guiderà la nazionale per la prima volta il 18 agosto, in amichevole in Islanda. L'annuncio sarà dato, con ogni probabilità, in consiglio federale venerdì: unico ostacolo potrebbe essere il passaggio tecnico delle dimissioni che Carraro è intenzionato a presentare, e che il consiglio Figc è orientato a respingere per evitare commissariamenti. In caso la discussione si prolungasse, l'annuncio di Lippi slitterebbe di poco.
«Non parlo, ci risentiamo fra qualche giorno». Dal suo ritiro estivo di Viareggio, Lippi risponde così alla richiesta di un commento sull'eliminazione dell'Italia dagli Europei. E ovviamente non rilascia dichiarazioni neppure sulle voci che danno ormai quasi per fatto il suo passaggio sulla panchina della nazionale al posto di Trapattoni. «Dove ho visto ieri sera la partita? Non mi sembra il caso di rilasciare interviste», afferma il tecnico che quest'anno ha vissuto la sua ultima stagione alla guida della Juventus. Un comportamento in linea con la signorilità e la correttezza che hanno sempre contraddistinto il suo modo di agire. E magari anche una scelta dettata dalla scaramanzia di chi non vuole parlare prima di vedere scritto nero su bianco il suo nome sul contratto con la Federazione.
Appuntamento rimandato dunque di qualche giorno, dopo che il Consiglio Federale di venerdì fisserà i primi paletti della futura Nazionale. Non è però un mistero che il candidato numero uno per il dopo Trapattoni - il cui contratto scadrà il 15 luglio - sia proprio quel Marcello Lippi che, ultima stagione a parte, ha fatto grande la Juventus di questi anni.
D' altronde, lo stesso tecnico toscano non ha mai nascosto il desiderio di guidare gli azzurri. «La Nazionale? Chi non vorrebbe allenarla. Per me sarebbe un onore essere chiamato», ha affermato in più occasioni. L'ultima, il giorno dell'annuncio del suo addio alla Juventus, lo scorso 29 aprile, quando aggiunse anche che dal 12 giugno sarebbe stato il primo tifoso della spedizione italiana in Portogallo e, in particolare, di Trapattoni. «E' stato molto bravo a formare un gruppo compatto», aveva detto del commissario tecnico sottolineando al tempo stesso un'altra decisione: «Non allenerò mai più un club italiano». Un altro indizio che lo spinge verso la Nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia