Lunedì 08 Marzo 2021 | 05:09

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Divella, privatizzazione può anche non essere 100%

BARI - «Non è detto che la privatizzazione dell'Acquedotto pugliese, quando ci sarà, debba essere del 100%»: lo ha detto oggi l'amministratore unico dell'Aqp, Francesco Divella, parlando con i giornalisti al termine dell'assemblea dei soci durante la quale è stato approvato il bilancio al 31 dicembre 2003 che si è chiuso con un utile netto di 4.540.537 euro.
«Certamente - ha detto Divella - non sarebbe stato conveniente per la Regione Puglia (socio di maggioranza) andare a privatizzare in un momento di grande crisi europea e mondiale, in un momento in cui non era stata portata a termine l'opera di resa più efficiente da parte della Regione, quindi un po' di tempo occorreva perché l'Aqp valesse sempre di più». «Ora speriamo che la ripresa agganci anche l'Europa e quindi - ha proseguito - si vada a cogliere anche il momento giusto per la privatizzazione. E la privatizzazione non è detto che debba essere del 100%: la Regione Puglia dovrà definire se la privatizzazione deve essere del 10, del 20, del 30, del 40 per cento e così via. Questo lo decideranno loro, i soci».
« E non dimentichiamo - ha aggiunto Divella - che il socio privato che dovesse entrare un domani nel capitale dell'Acquedotto pugliese si trova a gestire tre miliardi di investimenti». «Insomma - ha concluso - bisogna aspettare il momento migliore per dismetterlo, questa è una proprietà di tutti i pugliesi».
In particolare, sono previsti per l'Acquedotto Pugliese 3,2 miliardi di euro di investimenti dal 2003 al 2018, di cui 938 milioni di euro provenienti da risorse pubbliche (accordo di programma), e 2.263 miliardi di euro che metterà a disposizione il gestore anche con un aumento graduale delle tariffe, che potrebbero essere riviste a partire dal 2006, così come previsto dal piano d'ambito. «La Puglia, con questa massa di investimenti - ha detto Divella - non sarà più costretta a fare la danza della pioggia, è finita la storia della Puglia sitibonda».

«Consegnerò una società risanata»
«La resa più efficace dell'Acquedotto pugliese continuerà anche per quanto riguarda il personale e la gestione delle opere. Questo è il compito che mi è stato affidato, io concluderò il mandato entro il 13 giugno dell'anno prossimo e ritengo di poter riconsegnare alla Regione Puglia una società completamente risanata ed efficientata». Lo ha detto l'amministratore unico di Acquedotto Pugliese spa, Francesco Divella, al termine dell'assemblea dei soci.
«L'accordo con la Basilicata, il prossimo e vicino accordo con il Molise, tutti gli interventi già avviati per quanto riguarda la depurazione, più l'efficientamento per la ricerca perdite, fa sì - ha aggiunto Divella - che si possa parlare della siccità in Puglia come di un ricordo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400