Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 01:13

GDM.TV

i più visti della sezione

Cosa sono le BAT

TARANTO - Best Avalaible Technologies (BAT), sono le indicazioni per le migliori tecniche disponibili per la prevenzione ed il controllo dell'inquinamento industriale, in attuazione di una direttiva della Comunità Europea.
Su questa sigla, da alcuni considerata magica e da altri chimerica, si è sviluppato tutto il dibattito (e le polemiche, infarcite dalla proprietà di minacce di chiusura degli impianti e licenziamento di migliaia di lavoratori) in Taranto, Provincia sino alla regione Puglia.
L'Unione Europea, emanando questa direttiva recepita da diversi anni da altri Paesi membri, ha inteso regolare, la logica del rapporto «ambiente - industria» e la sua evoluzione. Ciò perché il fattore ambiente ha assunto, nel corso dell'ultimo decennio, il ruolo di importante criterio di selezione delle tecnologie di processo e dei prodotti nei cicli produttivi ed accanto alla necessità di proteggere le risorse fondamentali e l'ambiente, vi è quella di assicurare uno sviluppo economico responsabile a vantaggio delle future generazioni.
Ne consegue che la logica del rapporto «ambiente - industria» tende a mutare da un'impostazione «astrattamente normativa» e, per questo, l'Unione Europea si sta attrezzando con l'obiettivo di conciliare gli aspetti di crescita e di competitività con quelli di compatibilità ambientale e sicurezza dei processi e dei prodotti, nonché di tutela e salute delle persone e dell'ecosistema di riferimento.
Ovviamente l'Italia, sino ad oggi, da questo obiettivo n'è rimasta esclusa per via del mancato recepimento governativo della direttiva comunitaria. Per l'Ilva, il Gruppo Riva dovrà adottare nuovi metodi di "produzione più pulite" e più attuali. Questo metodo passa attraverso la messa in opera di azioni preventive, piuttosto che correttive, e con l'obiettivo principale di affinare i processi produttivi affinché comportino il minimo impatto ambientale, eliminando nel contempo le inefficienze energetiche e ottimizzando l'impiego delle risorse. Ciò può esser ottenuto, secondo le prescrizioni delle BAT comunitarie, attraverso le azioni di evitare o ridurre la produzione di inquinanti; impiegare efficacemente risorse energetiche e materie prime ed, infine, ridurre gli scarti per produrre a costi inferiori ed ottenere maggiori profitti. Le produzioni pulite devono tendere, perciò, al limite teorico delle «emissioni zero»".
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia