Giovedì 13 Dicembre 2018 | 07:22

GDM.TV

Libri IO E ANNA

Anna FrankSe dovessi scrivere un libro sicuramente lo intitolerei "Io e Anna".
Può sembrare assurdo, ma avrei un mare di considerazioni da fare sul famosissimo "Het Achterhuis", titolo originale, conosciuto come "Il Diario di Anna Frank".
Finalmente alla fine di questa estate lo leggo e in pochi giorni. Scopro una personalità capace di vincere la morte, una personalità che crede nonostante tutto "nell'intima bontà dell'uomo", che va oltre l'apparenza, che sa catturare l'attimo fuggente e sa essere ancora felice nonostante i problemi. Anne voleva diventare giornalista e scrittrice. E' morta e non ha potuto diventarlo per colpa di un male feroce che ha investito 6 milioni di gente come lei e non solo. Ma il fato ha voluto che il suo libro fosse tradotto in tante lingue ed esportato in tutto il mondo e che nonostante i decenni siano passati dalla prima data di pubblicazione (1947) non è stato dimenticato. E' per questo che lei ha vinto la morte: è diventata scrittrice e questo perché ha creduto, ha avuto fede, ha avuto speranza. Dio non l'ha abbandonata anche se è morta. Molti leggendo il suo diario, tra le pagine e i versi, pensando alla tragica fine e soffermandosi solo sulla ferocità degli avvenimenti potrebbero pensare a quanto sia ingiusta la vita. No, Anne non voleva questo, Anne voleva che tutti credessero che il mondo non è fatto solo di cose malvagie e feroci, ma che ognuno di noi guardando al cielo potesse pensare che tutto si rivolgerà al bene nonostante i problemi. La lettura del suo diario ha fatto riaffiorare un lato di me che avevo perso e che ora è rinato. Il destino ha voluto che io nascessi nel suo stesso giorno e che cominciassi il mio diario persino "venerdì 12 giugno", forse un motivo in più per sentirmi vicina ad una piccola grande donna, meritevole di essere nominata tra le più grandi scrittrici di tutti i tempi.

Rossella Ciarfaglia et Antonello Tafuno
classe 3 B E.R.I.C.A.
ITC "Loperfido" - Matera (Italy)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive