Venerdì 14 Dicembre 2018 | 17:48

GDM.TV

Lipatin fuori causa, Bruno pronto al rientro

BARI - Solo un allenamento, nemmeno troppo intenso, per la truppa di Pillon. Il lavoro è stato prevalentemente concentrato sugli schemi tattici. Fuori causa l'attaccante uruguaiano Lipatin: a Palermo si è procurato una brutta frattura al polso destro. Ovvio, salterà anche il match di ritorno a Venezia. Nella sfida del San Nicola, inoltre, il Bari dovrà rinunciare anche allo squalificato Mora. Sembra invece nuovamente disponibile il centravanti Bruno, tenuto precauzionalmente a riposo negli ultimi 90' di campionato. Facile pertanto che venga riproposto in prima linea, accanto a Simone Motta. In via di recupero anche il terzino Candrina, ma sulla fascia destra dovrebbe essergli preferito Brioschi, ex di turno. Le scelte di Pillon appaiono pressoché fatte. Il tecnico pare infatti intenzionato a puntare sull'ormai consueto 4-4-2, con Markic e Bellavista nei panni di interditori a centrocampo, lo svizzero Pizzinat sulla fascia sinistra ed il cileno Valdes, pronto a partire sull'altra corsia. Intanto è caccia aperta al biglietto. Anche in questa circostanza, come nelle ultime gare casalinghe della stagione, un biglietto di curva costa appena un euro, mentre per tutti gli altri ordini di posto s applicata una riduzione del 50%. In previsione di un afflusso allo stadio pi massiccio del solito, la società consiglia ai tifosi di raggiungere il San Nicola in largo anticipo: le porte di ingresso saranno aperte fin dalle ore 19,00. Probabile formazione: Battistini; Brioschi, De Rosa, Doudou, Anaclerio; Valdes, Bellavista, Markic, Pizzinat; Bruno, Motta.
L'attesa cresce con il passar delle ore.Difficile mascherare l'ansia del momento. Pillon, piuttosto, non carica più di tanto i suoi uomini. Non ha bisogno di farlo. Lo spareggio vale già mille motivazioni. In certi casi, peraltro, occorre soltanto sbagliare il meno possibile. Magari, cercare di allentare la tensione. Intanto, anche aspettando la sfida di andata con il Venezia, De Rosa e compagni restano a bocche cucite davanti a taccuini e telecamere. Ma questa non è davvero una novità dell'ultima ora: ormai sono in silenzio stampa da tre mesi abbondanti. E allora, il verbo del Bari è tutto racchiuso nel pensiero del tecnico Bepi Pillon, un trevigiano. «Almeno per me lo spareggio-salvezza non è una novità. Ci sono già passato attraverso questi momenti. So cosa si prova. Quattro anni fa disputai i play out con il Lumezzane, per difendere il posto in C1. Ebbene, riuscimmo a spuntarla nel doppio confronto con il Montevarchi. Speriamo che il fortunato precedente porti bene. In realtà, partite del genere sfuggono a qualsiasi pronostico. Vanno affrontate con la massima concentrazione. Vince chi commette meno errori sul piano mentale e chi, naturalmente, può contare su una migliore condizione atletica». «Per quanto ci riguarda - aggiunge l'allenatore del Bari -, sono fiducioso.
La mia squadra è viva. Ha energie a sufficienza per giocarsi questi decisivi 180'». Certo, il Venezia parte con un indubbio vantaggio. Gioca la prima sfida al San Nicola e può salvarsi anche grazie a due pareggi. «Lo sappiamo bene - sottolinea Pillon -. E' fin troppo evidente che siamo obbligati a cercare il gol, a vincere subito. Ecco perchè può rivelarsi determinante il sostegno del nostro pubblico.
Al San Nicola, mercoledì sera, i tifosi possono davvero diventare il nostro valore aggiunto. Finora ci hanno sempre aiutato. Per questo non finirò mai di ringraziarli. Ma ora dobbiamo fare l'ultimo sforzo, insieme. La serie B è un patrimonio troppo importante per la città di Bari. Occorre difenderla a denti stretti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori