Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 08:29

GDM.TV

i più visti della sezione

Europee - Belgio, nelle Fiandre successo dell'estrema destra

BRUXELLES - Nel Belgio federale le elezioni regionali hanno fatto da traino a quelle europee, facendo traballare il quadro politico liberal-socialista alla guida dei governi federale e regionali.
Nel nord infatti retrocede il partito liberale del premier Guy Verhofstadt mentre nel sud stravince quello socialista del leader d'origine italiana Elio Di Rupo. In tutto il paese avanza l'estrema destra in particolare il partito del Vlaams Blok, diventato nel nord il secondo partito. Nella regione delle Fiandre a nord, in cui vive il 60% della popolazione, esce quindi sanzionato dalle elezioni il partito liberale fiammingo Vld del premier Guy Verhofstadt che negli ultimi mesi ha dovuto affrontare profonde divisioni interne sulla concessione a livello locale del voto agli immigrati.
La sua formazione Vld-Vivant retrocede al terzo posto con il 21,91% dei consensi. Scendono in quarta posizione anche i socialisti fiamminghi con 17,83% dei suffragi.
Per Verhofstadt sembra chiudersi anche la possibilità di riprendere quota come candidato alla successione del presidente Romano Prodi alla Commissione europea dopo il veto posto dai popolari tramite il loro capogruppo, il tedesco Hans-Gert Poettering.
Dall'opposizione ritorna invece in prima linea il partito dei cristiano sociali fiamminghi (Cd%v) dell'ex premier Jean-Luc Dehaene che si conferma alle elezioni europee con oltre 650.000 preferenze il candidato più popolare del paese. La formazione Cd%v-Nva diventa il primo partito con il 21,91% dei voti.
Segue l'estrema destra del Vlaams Blok che conquista il 23,16% dei suffragi, nonostante la Corte d'appello di Gand l'abbia condannata definendola una formazione che incita in modo «permanente» «alla segregazione e al razzismo».
A Bruxelles e in Vallonia, la regione a sud del Belgio, stravincono i socialisti francofoni di Di Rupo con il 36% di voti distaccando di nove punti i liberali del ministro degli esteri Luis Michel che con il 27,58% rafforzano comunque la loro posizione.
Particolarmente sanzionati i verdi 'Ecolò in Vallonia dove passano dal 22,7 al 9,8% mentre riappaiono nuovamente nelle Fiandre i 'Groen' con il 7,99% dopo essere stati annientati nelle elezioni politiche del 2003.
A livello nazionale il risultato delle elezioni dovrebbe portate ad una modifica profonda del governo regionale fiammingo e a quello di Bruxelles mentre modifiche minori dovrebbero intervenie nel sud del paese.
Resta l'incognita dell'impatto del voto sul governo federale: Verhofstadt è già intervenuto annunciando misure per combattere l'estrema destra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo