Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 15:01

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzadati regionali
Covid, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%) e nessun decesso: somministrati oltre 10mila vaccini

Covid in Basilicata, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%): somministrati oltre 10mila vaccini

 
Leccecontrolli dei CC
Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

 
Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Iraq - Italiani aggiusteranno raffineria di Nassiriya

ROMA - A Nassiriya esiste una delle raffinerie più importanti del Paese, ma è ferma da mesi soprattutto per cronici problemi di manutenzione. Ora tornerà a funzionare grazie all'intervento dei militari italiani.
«Può apparire paradossale in un paese come l'Iraq, saturo di petrolio e prima della guerra uno dei maggiori produttori mondiali, ma la carenza di carburante - spiegano al comando del contingente italiano - è uno dei problemi socio-economici più gravi in questa zona». Per risolverlo, la task force italiana, attraverso il suo nucleo Cimic (la struttura che si occupa della cooperazione civile-militare) ha definito un piano di ristrutturazione della Oil refinery di Nassiriya. A questo scopo i militari si sono incontrati con il direttore, Abdul Hassan Elewey: alla riunione era presente il maggiore Driver, responsabile delle Problematiche energetiche per la divisione britannica, un ruolo rivestito per il contingente di Antica Babilonia dal capitano Di Carluccio. «Sono stati così definiti - affermano al comando italiano - i prossimi passi per rimettere in funzione la raffineria di Nassiriya, oggi in stato di fermo assoluto soprattutto per annosi problemi di mancata manutenzione, complicati dalle vicende belliche».
La ripresa dei lavori nella prima torre di raffinazione, con l'attivazione della fornace, permetterà alla struttura di lavorare il greggio che giunge tramite oleodotto dai campi petroliferi di Bassora. I militari del contingente italiano dovranno anche provvedere alla fornitura di acqua per il raffreddamento, che verrà prelevata dalla centrale elettrica dopo la messa in opera di un apposito sistema di tubature. Ulteriore intervento il ripristino della seconda linea elettrica, attualmente fuori uso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400