Martedì 18 Dicembre 2018 | 14:09

GDM.TV

i più visti della sezione

Elezioni - A Parigi, "grosse disfunzioni" impediscono a italiani di votare

PARIGI - Gli italiani di Parigi più spettatori che protagonisti delle elezioni europee: in appena 8.500 su un totale di 76.000 iscritti nelle liste consolari (l'11%) sono andati alle urne ed è polemica sulla scarsissima affluenza, almeno in parte dovuta a «grosse disfunzioni».
Il Consolato generale italiano nella capitale francese si è trovato in difficoltà perchè negli ultimi giorni è stato preso d'assalto da migliaia di connazionali che non avevano ricevuto la scheda elettorale dal ministero degli Interni.
Questo, in buona misura, perchè non è stato mandato alcun invito ai seggi a quegli italiani che, secondo un dettagliato elenco fornito dalle autorità di Francia, avevano optato per il voto alle ultime elezioni locali francesi.
Secondo qualcuno si tratta di un abuso perchè non si poteva dare per scontata la conferma della «opzione francese» alle europee per gli italiani che nel 2001 hanno partecipato alla scelta del sindaco e del consiglio comunale di Parigi.
Vittime del disguido-abuso, migliaia di italiani hanno preso d' assalto negli ultimi giorni - di persona o al telefono (un giorno il centralino è andato in tilt) - il consolato generale che a fine maggio aveva mandato a tutti gli iscritti nelle sue liste una lettera dove li avvisava del prossimo rinnovo dell' europarlamento.
Per molti degli italiani «radiati» su iniziativa dei francesi è stato molto complicato (in parecchi casi impossibile) il rilascio di una scheda elettorale sostitutiva.
A questo problema di base si sono aggiunti gli errori classici nei nomi e degli indirizzi. La situazione si è ulteriormente appesantita perchè gli italiani «temporaneamente all' estero» hanno avuto tempo fino al 9 giugno per chiedere di esercitare in Francia (in seggi allestiti dalla madrepatria) il diritto di voto. Una scadenza così ravvicinata all'election day (per le europee 1999 il termine massimo era a fine marzo) ha costretto i dipendenti del consolato ad una valanga di frenetiche verifiche con i comuni di origine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto