Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 17:27

GDM.TV

Le sfide elettorali in Basilicata

Basilicata POTENZA - L'intero corpo elettorale lucano è chiamato da domani alle 15 al 22 di domenica alle urne non solo per le Europee ma anche per il rinnovo di entrambe le Province di Potenza e di Matera. In Basilicata si vota inoltre per il rinnovo del consiglio comunale del capoluogo Potenza ed in altri 61 Comuni, in larga parte piccoli, con popolazione inferiore ai 5mila abitanti.
Il centrosinistra, formazione politica dominante nella regione, punta in maniera compatta al tris dei principali appuntamenti elettorali (Province e Comune di Potenza) mentre il centrodestra non è riuscito a mettere in pratica il progetto «Oltre il Polo» ed anzi si presenta diviso, con l'Udc sempre in formazione autonoma. Il corpo elettorale è costituito da 533.800 persone che si presenta ad un voto strategico in vista del rinnovo della Regione Basilicata del 2005 per il quale già sono iniziate le grandi manovre.

L'Udc va da solo

Con la prospettiva di ritrovare gli alleati naturali solo al ballottaggio, in tutte e tre le competizioni clou il partito di Follini va da solo, con il sindaco di Satriano e presidente dell'Anci Basilicata, Vincenzo Giuliano, alla Provincia di Potenza, con il sindaco di Ferrandina ed ex senatore Saverio D'Amelio alla Provincia di Matera e con Vincenzo Lofrano al Comune di Potenza.
Accusato in fase pre-elettorale di «progetto autonomistico» il partito dell'Udc ha replicato di non voler stare né a destra né a sinistra e di volersi misurare con il consenso popolare per testare il suo peso specifico.
E' questa la principale nota politica dell'election day lucano.
An e Forza Italia fanno asse presentandosi con il presidente della Cia regionale, Nicola Manfredelli, alla provincia di Potenza, e con Luciano Adorisio alla Provincia di Matera, mentre insieme al Nuovo Psi al Comune di Potenza candidano Luciano Petrullo.


Centrosinistra, mosaico ricomposto

Nel centrosinistra la scelta dei candidati è stata unanimemente concordata e risolta con uno scambio di caselle del mosaico secondo la regola non scritta ma sempre rispettata dell'alternanza alla guida degli enti locali al termine del primo mandato. I giochi sono principalmente fra Margherita, Ds e Udeur-Alleanza Popolare che esprimono sia i presidenti uscenti che gli attuali candidati. Così Vito Santarsiero (Margherita), presidente uscente della Provincia di Potenza, è candidato sindaco al Comune di Potenza dove il primo cittadino uscente, Gaetano Fierro (Udeur), aspira ad un posto nella giunta regionale; il presidente uscente della Provincia di Matera, Nino Carelli (Margherita), siede già in giunta regionale e il suo aspirante sostituto nella coalizione è Carmine Nigro, uomo forte dell'Udeur, attuale assessore regionale alle attività produttive; alla Provincia di Potenza il candidato è il consigliere regionale dei Ds, Sabino Altobello, che vuole raccogliere l'eredità di Santarsiero. Sulla scorta della ricomposizione del mosaico, per le Regionali del 2005, dopo Filippo Bubbico (2005), tutti gli indizi cadono sulla Margherita.

Le sfide della Provincia a Potenza…

Alla Provincia di Potenza sono 8 i candidati: Franco Adamo per il Nuovo Psi, Sabino Altobello per il centrosinistra (Ds, Margherita, Sdi, Udeur, Verdi, Patto Segni, Rifondazione Comunista, Pdci e Italia dei Valori), Vincenzo Giuliano per l'Udc, Giovanni Carmine Lonetti per Fiamma Tricolore, Nicola Manfredelli per il centrodestra (An, FI, Lucania viva), Nino Postiglione per il Nuovo Progetto-La farfalla, Nicola Savino per L'Altra Lucania, Dino Salsano per il movimento Mccr per il Mediterraneo.
Dopo l'uscita di scena di Santarsiero, la campagna elettorale sembra essere meno «Potenza-centrica» in quanto i principali candidati presidenti provengono da centri minori. In un territorio con un gap infrastrutturale, con una tendenza allo spopolamento dei piccoli centri e con elevate soglie di povertà e disoccupazione nonostante la presenza del petrolio in Val d'Agri, i temi forti non possono che essere il miglioramento della viabilità provinciale, il potenziamento dell'edilizia scolastica, le politiche per il lavoro.

…E a Matera

Sono otto, e praticamente con le stesse collocazioni, i candidati per la Provincia di Matera: Luciano Adorisio per il centrodestra (FI, An, Nuovo corso per lo sviluppo), Palma Arcuti per la lista tutta rosa Donne Lucane, Mario Capalbo per l'Mccr, Saverio D'Amelio per l'Udc, Domenico Izzo per Basilicata Libera, Carmine Nigro per il centrosinistra (Margherita, Udeur, Ds, Sdi, Verdi per la pace, Italia dei Valori, Pdci, Rifondazione Comunista), Vincenzo Maida per Fiamma Tricolore, e Nicola Rocco per il Nuovo Psi.
Le liste del centrosinistra sono 8 perché quella del Patto Segni non è stata accettata per un problema di orario all'atto di presentazione. Una campagna elettorale senza grandi squilli di tromba. I temi nuovi, rispetto al cliché elettorale classico, sono il turismo, il distretto agricolo ed agroalimentare del Metapontino mentre prepotentemente, dopo i fatti di novembre, sta tornando nel dibattito il caso di Scanzano Jonico che teme ancora di essere scelto per il deposito unico nazionale di scorie radioattive sebbene, nel loro giro elettorale, i ministri Alemanno e Gasparri abbiano categoricamente negato questa eventualità.

Le comunali

Al Comune di Potenza i candidati sindaci sono 6: Vincenzo Lofrano per l'Udc, Gianfranco Nardella per il Centro Democratico Cattolico, Luciano Petrullo per il centrodestra (An, FI, Nuovo Psi), Vito Santarsiero per il centrosinistra (Ds, Margherita, Udeur, Sdi, Patto Segni, Verdi per la Pace, Pdci, Rifondazione Comunista, IdV), Nicola Savino per l'Altra Lucania, Vincenza Spano per l'Mccr. Savino è anche candidato presidente alla Provincia di Potenza. Santarsiero ha presentato il programma «Sarà Potenza 2009», i suoi concorrenti criticano il lavoro di Fierro e quello fatto dallo stesso Santarsiero alla Provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights