Martedì 18 Dicembre 2018 | 20:50

GDM.TV

i più visti della sezione

Gli inquirenti: prenderemo i rapitori

ROMA - La descrizione delle fattezze fisiche di alcuni dei rapitori fatta ieri davanti ai magistrati romani da Salvatore Stefio, Maurizio Agliana e Umberto Cupertino viene ritenuta dagli inquirenti molto utile per il riconoscimento di almeno alcuni dei componenti del commando che ha sequestrato i quattro italiani e ucciso Fabrizio Quattrocchi.
Gli inquirenti si sono detti oggi particolarmente fiduciosi della possibilità di individuare i rapitori e ritengono di avere elementi investigativi sufficienti a loro disposizione.
Questo pomeriggio i Pm romani Franco Ionta, Erminio Melio e Pietro Saviotti si sono riuniti in procura; già domani i carabinieri presenti a Baghdad riceveranno la delega per richiedere agli americani tutti gli atti necessari all'inchiesta, relativi alla liberazione dei tre ostaggi e all'arresto di alcuni dei sequestratori. I carabinieri inoltre acquisiranno tutti gli elementi ritenuti utili alle indagini.
Oggi pomeriggio, nel corso di una riunione, i magistrati, stando a quanto si è appreso, hanno riletto i verbali riassunti delle tre audizioni di ieri. Tre verbali identici nella sostanza, una ricostruzione che combacia dall'inizio alla fine. Le parole di Stefio, Agliana e Cupertino riportano gli stessi fatti.
Il più preciso, a detta degli inquirenti, è stato forse Agliana, che ha anche cercato di descrivere le loro giornate e quanto tempo siano stati tenuti nei luoghi dove i sequestratori li hanno portati. «Sempre case spoglie, senza mobili - hanno detto i tre - sette o otto spostamenti in tutto e la sensazione che ci facessero fare dei giri a vuoto per farci perdere l'orientamento».
I tempi descritti però non sempre sono plausibili: per esempio i tre ostaggi liberati ricordano che Quattrocchi fu portato via dopo tre o quattro giorni dal rapimento. Più di quanto avvenne secondo la ricostruzione degli inquirenti. Ma il ricordo, dicono gli investigatori, potrebbe essere distorto perchè restare chiusi per giorni interi in una stanza senza capire quando è giorno e quando arriva la notte fa perdere il senso del tempo.
La prossima settimana i magistrati incontreranno i carabinieri del Ros e gli uomini della Digos per stabilire, tra l'altro, quando ascoltare nuovamente Cupertino, Agliana e Stefio. Quella di ieri infatti è stata una audizione sommaria poichè in sole tre ore non era certo possibile ricostruire tutte le fasi del sequestro, della prigionia, del blitz e della liberazione. Quando verrà fissata una nuova data saranno diverse, stando a quanto si è appreso, anche le modalità delle audizioni e ognuno dei tre ostaggi liberati sarà ascoltato dai tre magistrati insieme e in momenti diversi dagli altri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo