Lunedì 17 Dicembre 2018 | 18:13

GDM.TV

i più visti della sezione

L'incontro di Bush con al Jawar

G8 in Savannah SAVANNAH - Il Quartetto (la formazione diplomatica composta da Usa, Ue, Russia e Onu) s'appresta a tornare in Medio Oriente. L'indicazione arriva da Sea Island, dove si svolge il Vertice del G8 e dove i leader dei Grandi hanno lanciato un'iniziativa per le democrazia e la riforma nel cosiddetto Grande Medio Oriente (dall'Afghanistan al Nord Africa).
Il Quartetto è l'autore della «Road Map», cioè del tracciato verso la pace tra israeliani e palestinesi.
Il conflitto israeliano-palestinese è stato evocato nella colazione di lavoro che i leader dei Paesi del G8 hanno avuto con dirigenti di Paesi del Grande Medio Oriente (Afghanistan, Algeria, Bahrein, Giordania, Turchia, Yemen), cui s'è aggiunto il neo-presidente iracheno Ghazi al Yawar.
Il presidente yemenita s'è presentato con una daga nella cintura. Il presidente americano George W. Bush, quando l'ha notato, ha scherzato: «Ecco le misure di sicurezza».
Dopo la colazione, Bush ha incontrato per la prima volta in bilaterale Al Yawar, dicendogli che le Nazioni Unite hanno inviato martedì «un chiaro messaggio» al mondo intero, approvando all'unanimità, nel Consiglio di Sicurezza, la risoluzione 1546 sul passaggio dei poteri in Iraq, il 30 giugno.
Il presidente americano ha manifestato «grande fiducia» nel futuro dell'Iraq, garantendo al presidente ad interim iracheno, vestito in costume tradizionale, che gli Usa vogliono «parlare» con gli iracheni, ma anche «ascoltarli».
Al Yawar, esprimendosi in un buon inglese, ha ringraziato gli Stati Uniti per avere riportato la democrazia in Iraq e ha garantito a Bush «l'impegno del popolo iracheno per la trasformazione del paese in una entità libera e democratica»; in un Iraq, cioè, che sia «fonte di stabilità in Medio Oriente».

Questo lo scambio di battute tra Bush e Al Yawar, Bush ha detto: «Non avrei mai pensato, un anno e mezzo fa, che avrei incontrato il presidente di un Iraq libero. E adesso non solo lei è qui, ma lei è qui a parlare ai leader del G8, i leader del mondo libero. Le sono molto grato di essere qui e la prego di portare i miei auguri al vostro premier (Iyad Allawi)».
Bush ha proseguito: «Martedì, le Nazioni Unite hanno mandato un chiaro messaggio che il mondo appoggia un Iraq libero. E gli Stati Uniti appoggiano il trasferimento della piena sovranità a lei, presidente, e al Suo governo».
«Adesso che l'ho incontrata, le ho parlato e l'ho ascoltata - ha aggiunto Bush - ho grande fiducia nel futuro del Suo paese, perché lei crede nelle speranze e nelle aspirazioni del popolo iracheno. Sono orgoglioso di questo giorno».
Il presidente iracheno ha così risposto: «Desidero ringraziare, a nome del popolo iracheno, lei e il popolo americano per questa occasione di intervenire al G8. Senza la Sua leadership, non ci sarebbe stata questa possibilità.
Le voglio esprimere l'impegno del popolo iracheno di muovere verso la democrazia: stiamo facendo grossi passi verso di essa.
Siamo decisi ad avere un libero, democratico, federale Iraq, un paese che sia fonte di stabilità nel Medio Oriente, che è molto importante per il resto del mondo».
Al Yawar ha così concluso: «Voglio ancora ringraziare il popolo americano per i sacrifici di uomini e donne coraggiosi per liberare l'Iraq. Lavoriamo con tutto il cuore per far sì che quei sacrifici non vadano perduti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti