Sabato 15 Dicembre 2018 | 03:17

GDM.TV

Quando il caldo arriva, via i ventilatori

Cosa mangiare e soprattutto quanto bere e come vestire
Caldo ed afa in Italia MILANO - Allarme afa, si salvi chi può: più facile a dirsi che a farsi per anziani e disabili, che magari non possono uscire di casa. Ma anche per tutti gli altri ci sono alcune regole che, se seguite, sono in grado di limitare i danni. Ne hanno parlato oggi a Milano esperti quali Marco Trabucchi, presidente della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, e Roberto Bernabei (Università Cattolica di Roma).
COSA MANGIARE - Per compensare la perdita di sodio (col sudore) è consigliabile mangiare carne o pesce o formaggio. Ma con le proteine non bisogna esagerare: sono da preferire quelle più digeribili, così il pesce è da preferire alla carne, il formaggio fresco a quello stagionato. Evitare i fritti. Anche gli amanti della pasta devono tenersi a freno, perchè in estate c'è meno bisogno di calorie: solo una volta al giorno. Del pane è meglio mangiare la crosta e evitare i grassi contenuti nella mollica.
COSA BERE - Ma, soprattutto, quanto bere! In particolare per gli anziani che, a causa di un problema di ormoni che non producono più, non si rendono conto di avere sete, mentre in realtà si disidratano molto facilmente. Ad essi i geriatri raccomandano di bere moltissimo, mai meno di due litri di acqua non gassata al giorno (dieci bicchieri pieni), anche se non hanno sete. Oltre ai nonni, anche i nipotini devono bere molto spesso, non solo acqua, ma anche succhi di frutta, frullati, ma anche il tè (meglio se tiepido). Da evitare bevande gassate e quelle contenenti caffeina e non esagerare coi caffè: sono bevande diuretiche e provocano perdita di liquidi invece di rimpiazzarli. Assolutamente vietato l'alcol. Vanno bene anche i sorbetti e i gelati alla frutta. Non quelli alla crema: dopo una sensazione iniziale di fresco, come tutti i dolci pesanti e ricchi di burro provocano più sete.
COME VESTIRE - E' bene indossare indumenti chiari, non aderenti, di fibra naturale (lino, cotone) perché il sintetico scalda e impedisce al corpo di emanare il calore. Quando si esce è consigliabile coprirsi anche il capo e fare attenzione agli occhi (le congiuntiviti sono frequenti in questi casi) proteggendoli con occhiali da sole. Sarebbe meglio uscire di casa al mattino presto e dopo il tramonto, evitando le ore centrali. In ogni caso è bene arieggiare la casa il più possibile al mattino e poi chiudere i vetri e agganciare le imposte. Usare con attenzione (senza provocare sbalzi di temperatura troppo forti) i condizionatori d'aria. Vietati i ventilatori, perchè asciugano, disidratano e aumentano il bisogno di consumare di acqua.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori