Venerdì 26 Febbraio 2021 | 11:10

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoArea a caldo
Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

 
BariAlla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 
MateraLa polemica
Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

 
FoggiaL'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

La famiglia Cupertino: ancora non ci sembra vero ma ormai questa storia si è conclusa

ROMA - La famiglia Cupertino ha confermato di aver saputo che gli ostaggi italiani sono stati liberati. «Sì, ci ha chiamati adesso la Farnesina e ce l'ha confermato. Sono stati liberati, finalmente. Può immaginare che sta succedendo qui da noi». La tensione di quasi due mesi di attesa e di trepidazione per la sorte del loro caro e degli altri ostaggi termina oggi a casa Cupertino. Hanno appena ricevuto dal ministero degli Esteri la telefonata tanto attesa: il loro Umberto, insieme con Salvatore Stefio e Maurizio Agliana, è stato liberato. Al telefono risponde Laura Albanese, cognata di Umberto. La voce si distingue a fatica tra il frastuono di sottofondo e gli avvisi di chiamata. Si sentono voci concitate, mentre Laura cerca di mantenersi calma e di farsi comprendere al telefono. «Ancora non ci sembra vero - dice - ma ormai questa storia si è conclusa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400