Lunedì 10 Dicembre 2018 | 11:51

GDM.TV

i più visti della sezione

Consob - 500 richieste di dati e informazioni, calcio vigilato speciale

MILANO - Nel 2003, anno delle crisi Cirio, Giacomelli e Parmalat, il pressing della Consob sulle società quotate in Borsa si è intensificato e si è tradotto in quasi 500 richieste di dati e informazioni (489 per l'esattezza) contro i 211 dell'anno precedente.
Un'attività di vigilanza concentrata proprio sulle aziende citate, delle quali la Commissione è arrivata anche ad impugnare i bilanci. Lo stesso è accaduto per Gandalf. Le quattro pecore nere dell'anno appena passato sono state inoltre oggetto di altrettante ispezioni (erano 2 nel 2002) degli uomini guidati da Luigi Spaventa prima e da Lamberto Cardia poi, che nel corso del 2003 hanno inoltre inserito nella black list delle imprese in crisi, costrette a diffondere ogni mese un aggiornamento sulla loro situazione finanziaria, ben sei società (Stayer, Finpart, la stessa Giacomelli, la Roma, Cto e Tecnodiffusione), tanto da portare a 15 a fine anno il numero totale delle vigilate speciali.
Fra queste un primato negativo tocca ai club del calcio. Oltre che la Roma anche la Lazio infatti è da tempo nella lista nera della Consob. Quest'ultima è poi intervenuta, senza tuttavia trovare alla fine nulla di censurabile, anche nei confronti della Juve, la terza società calcistica quotata a Piazza Affari, della quale ha esaminato il bilancio chiuso a metà 2003 per verificare il trattamento contabile riservato a un'operazione che aveva portato a una rilevante plusvalenza.
Focus anche su studi e analisi riguardanti società quotate dei quali è stato chiesto in dieci casi la diffusione (erano tre nel 2002). Su questo fronte, nella relazione annuale sull'attività della Commissione risulta che gli analisti, invece che maggior prudenza, usano sempre più spesso gli occhiali rosa nel prevedere l'andamento dei titolo. I giudizi "sell" (vendere) sono scesi infatti dal 12,4 dell'anno precedente all'8,8% mentre sono aumentati i "buy" (comprare) dal 46,7 al 51,1%, di pari passo (dal 29,2 al 36,2%) con atteggiamenti più conservativi ("hold", tenere).
Ambivalente infine il ruolo della società di revisione destinatarie di due lettere di richiamo sulle tre inviate nel corso dell'anno della Commissione, e nello stesso tempo più attente nel valutare i conti: i giudizi con rilievi sui bilanci 2002 sono stati 14 (da 6) e sono raddoppiati da 5 a 10 i giudizi negativi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta