Domenica 16 Dicembre 2018 | 16:44

GDM.TV

Blocchi stradali improvvisi

Roma - Manifestazione contro Bush blocca il traffico sulla Cristoforo Colombo ROMA - Manifestanti stanno attuando una serie di blocchi stradali, bruciando cartoni e copertoni, sulla via Appia, all'altezza di piazza Re di Roma, in tutti e due i sensi. Già chiuse le strade che portano alla zona. Rallentamenti al traffico vengono segnalati dalle pattuglie della polizia municipale.
Intorno all'università La Sapienza e a Castro Pretorio, i manifestanti stanno sistemando cassonetti dei rifiuti in mezzo alle strade, creando blocchi stradali improvvisi.

La Tangenziale di Roma, una delle arterie principali della città è stata bloccata dai no global all'altezza dell'uscita di San Lorenzo. Una protesta pacifica per distribuire volantini contro la guerra in Iraq e contro la politica di Bush. Si sono già formate lunghissime code.

Anche la via Cristoforo Colombo, dopo la Tangenziale è stata bloccata da una improvvisa protesta dei No Global, all'incrocio con la Circonvallazione Ostiense. In questo caso, oltre ai volantini sono stati accesi alcuni fumogeni.

Tre cassonetti sono stati capovolti e collocati al centro della via Tiburtina da un gruppo da una ventina di giovani con i volti coperti da maschere. Sono stati anche collocati alcuni fumogeni di colore rosso.

Alcuni striscioni per protestare contro la visita di Bush a Roma sono apparsi questa mattina in alcune zone della capitale. Due striscioni sono stati rimossi dalla polizia in via Isacco Newton, sui quali era scritto: «Bush, Roma ti schifa. Fuori dall'Italia».
Un altro striscione è stato innalzato in via Angelo Masina, nella zona di Trastevere, davanti l'Accademia degli Stati Uniti con la scritta: «Stop Bush». In via del Porto Fluviale, all'altezza del ponte di ferro, sono stati dati alle fiamme alcune gomme da tre, quattro persone che alcuni testimoni hanno riferito essere incappucciate.

Alcuni manifestanti, a volto coperto, hanno bloccato viale del Policlinico all'incrocio con viale dell'Università, lanciando anche alcuni fumogeni e incendiando un cassonetto.
Il blocco è stato realizzato proprio mentre la testa del corteo cominciava a muoversi, nell'altra direzione. Le forze dell'ordine non sono intervenute e l'interruzione è stata rimossa quando una donna è scesa da un'auto ed ha spostato una transenna gridando che aveva con sé bambini in auto che dovevano andare in ospedale.
Alcuni razzi sono stati lanciati contro la sede del ministero dell'aeronautica.
Alcune finestre sono state raggiunte dai razzi lanciati dai dimostranti. In particolare uno ha centrato una finestra della Scuola di guerra aerea, provocando un foro nel vetro.
Il lancio dei fumogeni continua da parte di manifestanti a volto coperto, mentre altri dimostranti scandiscono slogan come «Stop the war».
Uno dei leader dei No-global, Luca Casarini, ha spiegato al megafono il motivo del gesto. «Vogliamo boicottare la guerra - ha detto - queste scuole insegnano a bombardare i matrimoni e ad uccidere i civili».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia