Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 03:29

GDM.TV

i più visti della sezione

I Disobbedienti: attenti alle notizie provocatorie

ROMA - Tutti in piazza a rovinare la festa a Bush. Roma verrà invasa, occupata e bloccata da studenti, pacifisti, no global, precari, lavoratori in nero, disobbedienti, intermittenti, migranti, commercianti, lavoratori dei trasporti, cittadini comuni che rifiutano la guerra preventiva e non. Il tutto pacificamente, assicurano gli esponenti del Movimento pacifista.
«I pericoli sono due - spiega il napoletano disobbediente Francesco Caruso -: il prurito delle forze dell'ordine che ieri hanno cercato di picchiare i manifestanti solo perché volevano far volare dei palloncini nel cielo di Roma e quel gruppo di facinorosi che accompagna il noto criminale Bush. Lui non spacca vetrine, è vero, ma ha sterminato civili, torturato prigionieri e possiede il maggior arsenale di armi di distruzione di massa».
Gli appuntamenti in città sono tanti: si comincia alle 8,30 del mattino al liceo Righi con un presidio cittadino; dopo le 9 appuntamento all'università in piazzale Aldo Moro con gli studenti e le ex tute bianche di Casarini, e l'area antagonista napoletana; alle 11 a Porta Maggiore ci sarà il Pink Paint Party; alle 12 i Disobbedienti si incontreranno in pizza Vittorio; altro appuntamento, sempre di mattina, alla Piramide-Porta San Paolo con i Cobas, dove dovrebbero confluire anche i temuti anarchici del centro sociale Askatasuna; a Testaccio, in piazza Santa Maria Liberatrice sarà invece il gruppo Acrobax. Tutti poi confluiranno nel lungo corteo che partirà alle 16 da piazza della Repubblica e che percorrendo via Cavour, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, fino a Porta San Paolo.
Guido Lutrario, dei disobbedienti romani, ricorda gli appelli alla popolazione a bloccare la città. I lavoratori dei trasporti dovrebbero fermarsi, i commercianti chiudere i negozi, insomma far trovare a Bush una città fantasma, immobile, vuota. E sulla possibilità che i manifestanti blocchino le stazioni della metropolitana o che possano provocare incidenti dice: «i manifestanti non sono mai violenti, ricordatelo. Per certe informazioni o veline rivolgetevi alla polizia». Anubi, altro leader dei Disobbedienti sottolinea che le «fonti investigative» che hanno diffuso la notizia del blocco del metrò «altro non sono che un modo per sottolineare che le manifestazioni contro Bush creeranno disagi alla popolazione».
Moreno Pasquinelli, del campo Antimperialista, vede un «clima tranquillo» e esclude azioni violente. «Forse - dice - ci potrebbe essere qualche azione simbolica, ma certo niente di violento. Noi andremo a mani nude - aggiunge - e pensiamo ad una manifestazione di massa. Speriamo che non ci siano provocazioni da parte delle forze di polizia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia