Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 07:24

GDM.TV

i più visti della sezione

Sytchev per ora è apprezzato solo in patria

Dmitri SytchevDoveva diventare il «Michael Owen russo», invece è ancora un oggetto misterioso. In patria però Dmitri Sytchev continua ad essere apprezzato, così il più giovane calciatore russo ad aver mai giocato in un Mondiale (nel 2002, a 18 anni e 222 giorni) si presenterà in Portogallo deciso a convincere gli scettici. Due anni fa è stato l'unico a salvarsi in una Russia il cui Mondiale è stato disastroso. Le sue prestazioni, quel gol e tre assist in tre partite, attirarono su di lui l'interesse dei club di mezza Europa, ma lui aveva già firmato per lo Spartak Mosca. Le offerte gli fecero perdere equilibrio, voleva strappare il contratto, ne nacque una lunga disputa contrattuale che logorò il suo sistema nervoso e lo costrinse a uno stop forzato a causa di una squalifica per aver rescisso unilateralmente l'accordo.
A quel punto il suo destino sembrava dovesse essere la Dynamo Kiev, invece è finito al Marsiglia e lì sono ricominciati i problemi: in Francia non si è ambientato. Dopo una stagione da riserva, con 17 presenze e 3 gol, ha preferito tornare in patria, nel Lokomotiv, per prepararsi meglio agli Europei. Così dopo aver perso il posto il nazionale (non veniva più convocato) il ct Georgi Yartsev lo ha richiamato per l'ultimo match delle qualificazioni, un derby ex Urss contro la Georgia (e lui ha ripagato la fiducia del tecnico segnando un gol) e poi per il doppio spareggio contro il Galles. Ora c'è Euro 2004, e il bimbo d'oro della Russia, classe
1983 (compirà 21 anni ad ottobre), vuole confermarsi uno dei giovani più interessanti del panorama continentale. «Voglio dimostrare a chi mi ha fatto tanti elogi due anni fa durante i Mondiali - ha detto di recente - che non si sbagliava. Siamo in un girone di ferro, ma il responso del sorteggio non ci spaventa. In Portogallo la Russia può giocarsela con tutti, e io voglio fare la mia parte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia