Giovedì 13 Dicembre 2018 | 17:01

GDM.TV

La cronologia del sequestro

ROMA - I tre ostaggi italiani comparsi in serata in un video trasmesso dalla televisione araba Al Jazira, Salvatore Stefio, Umberto Cupertino e Maurizio Agliana, sono in mano ai rapitori in Iraq dal 13 aprile. Il sequestro ha, però, avuto un prologo perché le voci di un rapimento di italiani erano circolate quattro giorni prima. Ecco le tappe della vicenda:

- 9 APRILE: l'agenzia Reuters dà la notizia del rapimento di alcuni italiani in Iraq. Il ministero degli Esteri italiano e i responsabili militari smentiscono.
- 10: il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi visita il contingente italiano a Nassiriya.
- 13: quattro italiani sono stati rapiti. Al Jazira mostra un video con le immagini di Fabrizio Quattrocchi, Salvatore Stefio, Umberto Cupertino e Maurizio Agliana. Lavoravano,sembra, come guardie private per la «Dts Llc Security», con sede in Nevada (Usa). I sequestratori chiedono che il governo italiano ritiri le sue forze dall'Iraq, che Berlusconi presenti scuse ufficiali per le aggressioni contro l'Islam e i musulmani, che il governo italiano liberi i detenuti iracheni.
- 14: Al Jazira annuncia di aver ricevuto un video con le immagini dell'uccisione di uno degli ostaggi e un proclama delle «Falangi verdi di Maometto». Durante «Porta a porta», il ministro degli Esteri Franco Frattini conferma che l'ucciso è Fabrizio Quattrocchi. Al Jazira decide di non mandare in onda il video perché «le immagini dell'esecuzione sono orribili».
- 15: il ministro degli Esteri Frattini rivela che quando i sequestratori gli hanno puntato contro la pistola, Quattrocchi avrebbe gridato: «Ora vi faccio vedere come muore un italiano».
Si diffonde la voce, senza conferme, che i sequestratori avrebbero deciso di eliminare un ostaggio ogni 48 ore.
- 16: l'ambasciatore Gianni Castellaneta, consigliere diplomatico di palazzo Chigi, va in Iran.
- 18: Papa Giovanni Paolo II supplica i rapitori «di rendere alle famiglie le persone che sono nelle loro mani».
Berlusconi incontra il ministro degli esteri iraniano Kamal Kharrazi.
- 20: la Croce Rossa Italiana riceve il via libera dagli Usa ad attivare, insieme alla Mezzaluna Rossa, un corridoio umanitario e il convoglio della Cri arriva a Falluja.
- 22: sono stati pagati dei soldi per il rilascio degli italiani? «Sì». Così il governatore della provincia irachena di Dhi Qar, Barbara Contini, risponde a Maurizio Belpietro durante la registrazione dell'«Antipatico». Ma poi Contini precisa di non sapere «niente di riscatti pagati o da pagare».
Frattini ribadisce che il Governo sta facendo «quanto è possibile, necessario e utile» e che la storia del riscatto è «assolutamente fuori dalla realtà».
- 25: qualcuno avrebbe risposto «Hallo, hallo» dal cellulare di Cupertino, chiamato dalla fidanzata dall'Italia.
- 26: sull'emittente Al Arabiya ricompaiono i tre ostaggi in abiti arabi mentre mangiano. I rapitori lanciano una nuova richiesta: una grande manifestazione contro la presenza militare italiana in Iraq entro 5 giorni, o i tre ostaggi saranno uccisi.
- 29: appello del papa per la liberazione degli ostaggi, «a nome del Dio unico». A Roma manifestazione guidata dai parenti degli ostaggi da Castel Sant'Angelo a San Pietro con striscioni arcobaleno della pace.
- 30: in serata in un messaggio su Al Jazira i rapitori dicono che Cupertino, Agliana e Stefio «stanno bene». Viene chiesta come nuova condizione la liberazione di prigionieri nel kurdistan iracheno.
- 2 MAGGIO: uno dei due maggiori gruppi curdi respinge l'ipotesi di uno scambio dei tre ostaggi italiani con membri di un gruppo integralista islamico detenuti dai curdi nell'Iraq del Nord.
- 3: Berlusconi chiede a tutte le reti il silenzio stampa sulla vicenda degli ostaggi, sia nei telegiornali sia nelle trasmissioni di approfondimento.
- 5: arriva a Baghdad il fondatore di Emergency Gino Strada, alla guida di una delegazione umanitaria per cercare una nuova via per la liberazione degli ostaggi.
- 10: le famiglie dei tre ostaggi annunciano un prossimo messaggio ai rapitori, simultaneamente tradotto in arabo, per conoscere le condizioni dei loro parenti e tentare di capire se vi sono decisioni per la loro liberazione.
- 17: L'Unione europea condanna tutte le violenze e gli attacchi terroristici in Iraq, «inclusi i rapimenti e le uccisioni brutali degli ostaggi», accogliendo, così, una richiesta specifica avanzata dall'Italia e da Frattini.
- 20: I resti di Quattrocchi, che saranno poi identificati con l'esame del Dna, vengono fatti trovare in un canneto su una sponda del fiume Tigri alla periferia Baghdad.
- 24: La salma di Quattrocchi viene rimpatriata.
- 29: I funerali di Quattrocchi si svolgono, in forma solenne ma non di Stato, nella cattedrale di San Lorenzo a Genova.
- 2 GIUGNO: Al Jazira trasmette un terzo video che ritrae i tre ostaggi. Le loro condizioni appaiono buone. L'emittente araba mostra anche un comunicato nel quale i rapitori, le sedicenti «Falangi Verdi», lanciano una appello al popolo italiano a manifestare contro il presidente americano George W.Bush e il governo Berlusconi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori