Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 02:59

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Un italiano tra le vittime dei terroristi in Arabia

Secondo informazioni dell'agenzia France Presse ci sarebbero nove ostaggi sgozzati presumibilmente dai sequestratori all'interno del palazzo dove si erano asserragliato il gruppo di terroristi e tra i morti anche un italiano, Antonio Amato. La Farnesina ha già confermato la notizia dopo che ieri aveva smentito la presenza di tecnici italiani in zona.

La vittima italiana nell'assalto terroristico di al Khobar si chiamava Antonio Amato, di 35 anni, residente a Giuliano in Campania. Giunto da poche settimane in Arabia Saudita, svolgeva mansioni di cuoco nel residence Oasis e non era registrato presso l'ambasciata.
Un dirigente saudita del complesso residenziale aveva assicurato nel pomeriggio di ieri a uno dei referenti della comunità italiana in Arabia Saudita che si mantenevano in costante collegamento con l'ambasciata d'Italia che gli risultava che Amato stesse bene.
Contrariamente anche alle prime indicazioni fornite dai responsabili di sicurezza sauditi ieri pomeriggio e nelle prime ore del mattino, il coinvolgimento del nostro connazionale nell' attacco terroristico è stato purtroppo confermato questa mattina al termine dell'operazione della polizia.

Uno degli ostaggi superstiti, Nijar Hijazin, giordano, tecnico di computer, ha raccontato all'agenzia France Presse che «i nove sono stati sgozzati dai sequestratori dopo che avevano tentato di scappare, stanotte, per le scale». I 25 ostaggi superstiti, fra i quali Hijazin e sette cittadini americani, sono stati tratti in salvo dal tetto dell'edificio dalle forze speciali arabe intervenute in un blitz.
Hijazin precisa che gli ostaggi sgozzati dopo il tentativo di fuga erano un italiano, uno svedese e sette asiatici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400