Venerdì 14 Dicembre 2018 | 12:50

GDM.TV

Berbatov, gli osservatori puntano su di lui

Dimitr BerbatovI talent scout che si aggirano attorno a tutte le rassegne continentali e mondiali sono pronte a giurare che Dimitr Berbatov, ventitreenne centravanti della nazionale bulgara, sarà il vero fenomeno del prossimo Europeo in Portogallo. A quanti gli chiedevano se fosse il suo erede, Hristo Stoichkov, mito della Bulgaria a cavallo tra '80 e '90, nega paragoni scomodi, soprattutto alla smisurata considerazione di se stesso. E vista la fisionomia dell'attuale numero 9 in calzoncini verdi e maglia bianca, non si può negare che il paragone è asimmetrico.
Eppure osservatori tedeschi e non solo puntano tutto sul ragazzone nato il 30 gennaio 1981, e sbocciato calcisticamente nella provincia del campionato bulgaro, tra le file del Pierblagoegrad. Nel 2000, a soli 19 anni il passaggio al più blasonato Cska di Sofia, da dove il Bayer Leverkusen lo prelevò nel gennaio dell'anno successivo. Un investimento a lungo termine, che ha dato i suoi frutti soprattutto quest'anno. Berbatov, cresciuto in Bundesliga stagione dopo stagione, ha preso alla fine il posto di un mostro sacro come Neuville - autore di una scalata alla finale Champions due anni fa - e guidato nel campionato tedesco la rimonta del suo club fino all'incredibile sorpasso nella giornata finale sullo Stoccarda: uno 2-0 perentorio, con primo gol di Berbatov, che ha regalato al Bayer il terzo posto e la possibilità di giocarsi il prossimo anno i preliminari della Champions. Con lo stesso biglietto da visita, gol a ripetizione, Berbatov si è presentato nella sua nazionale, guidandola alla qualificazione a Euro 2004. Un metro e ottantotto centimetri di altezza per 79 chili, Berbatov è centravanti forte di testa, ma assai più agile e scattante di quanto le sue misure non dicano. Dotato di senso del gol e senso tattico, si promette insomma alla platea europea come il prototipo del centravanti del nuovo millennio, per la sua completezza. E poichè nel calcio contano alla fine sempre i gol, Berbatov integra il suo curriculum: 16 le reti realizzate quest'anno in Bundesliga, più 9 assist, 5 invece i gol nella qualificazione europea, 4 nelle ultime amichevoli. «Se non ci prenderanno sul serio, le nostre avversarie potranno avere dei problemi», ha detto Berbatov. Ma con quelle cifre, come è possibile?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita