Martedì 18 Dicembre 2018 | 18:07

GDM.TV

i più visti della sezione

Sciopero magistrati: 94 sostituti procuratori su 98 non hanno lavorato in Procura a Roma

ROMA - Una adesione pressochè totale e soprattutto convinta. E' quella che si è registrata tra i magistrati romani all'astensione dal lavoro indetta dall'Associazione nazionale magistrati.
I dati - secondo l'Anm - sfiorano l'unanimità: 94 sostituti procuratori su 98 non hanno lavorato in Procura; al Tribunale l'82 per cento si è astenuto, ma negli uffici gip e alla Sezione Lavoro della Corte d'appello la percentuale ha sfiorato il 100 per cento. In tutto il tribunale di Roma complessivamente sono stati rinviate 1.500 udienze.
Rinvii che però, secondo quanto ha sottolineato l'Anm «non comporteranno disagi ai cittadini perchè i processi saranno recuperati successivamente».
Se i corridoi di piazzale Clodio erano come al solito affollati anche di avvocati, le aule sono state invece deserte, oppure si sono aperte soltanto per fissare i rinvii. A non interrompere l'attività sono stati quei magistrati che per oggi avevano fissato udienze di processi con persone detenute.
Forti i toni della protesta, come si è registrato nel corso dell'assemblea, gremita, svolta nell'aula Occorsio. Un'atmosfera che sintetizza bene il Procuratore generale della Capitale, Salvatore Vecchione, che conosce bene la cittadella giudiziaria per essere stato procuratore capo di Roma a lungo. «Siamo qui con assoluta convinzione» ha detto, segnalando una preoccupazione: «Ci auguriamo che si capiscano le ragioni vere di questa astensione».
Sembra infatti essere questo il cruccio dei magistrati romani, far giungere chiara la loro voce ai cittadini, che la protesta cioè non è contro di loro. «Questo sciopero è una orgogliosa riaffermazione dell'indipendenza della magistratura» ha precisato il presidente dell'Anm del Lazio, Filippo Paone, sottolineando subito che «le motivazioni sono difficili da far capire ai cittadini ma la totale adesione da parte dei magistrati è molto significativa». E ha snocciolato tre saldi principi della Costituzione per spiegare meglio il senso delle sue parole: «Giustizia, uguaglianza e solidarietà».
Luigi Scotti, presidente del Tribunale di Roma, è il più chiaro di tutti: «E' importante che si capisca che noi vogliamo leggi più efficienti, perchè venga resa più efficiente la giustizia, invece vediamo passi verso il controllo della magistratura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo