Martedì 11 Dicembre 2018 | 23:57

GDM.TV

i più visti della sezione

In caso di vittoria 250mila euro a ciascun azzurro

PRIMA PARTITELLA, FIORE E CORRADI TRA I TITOLARI - Prima partitella in famiglia per gli azzurri nel raduno di Coverciano. Dopo un leggero allenamento al mattino e un riscaldamento nella seduta del pomeriggio, Trapattoni ha distribuito i classici fratini, facendo disputare una partitella prima senza portieri poi alternando i tre numeri uno. Il ct ha schierato da una parte la difesa titolare (Panucci-Nesta-Cannavaro-Zambrotta) con Gattuso-Zanetti copia di centrocampo in copertura e in attacco Di Vaio-Camoranesi sulle fasce, Cassano alle spalle di Vieri. Dall' altra, oltre a una linea difensiva di riserve (Oddo-Ferrari-Materazzi-Favalli), Perrotta e Pirlo a centrocampo, Fiore e Del Piero sugli esterni, Totti alle spalle di Corradi. «Non ho una formazione titolare in mente, anche se i ruoli sono definiti - ha detto Trap -. In questi giorni terrò i giocatori sulla corda e cercherò di farlo ruotare abituandoli a giocare insieme nei diversi ruoli».
PER CANNAVARO LAVORO IN PALESTRA - Giovanni Trapattoni rassicura sulle condizioni dei quattro azzurri reduci da infortuni, ma al momento sembra quella di Cannavaro la situazione che desta maggiori interrogativi. Il difensore è stato l'unico del gruppo azzurro che ha terminato in anticipo l'allenamento del pomeriggio, per andare a lavorare in palestra. «L'ho visto nell'ultima partita al Meazza, era in grandi condizioni» ha detto Trapattoni. Ma l'infiammazione causata dalla microfrattura alla tibia ricomposta alcuni mesi fa non lo lascia in pace. «Mi alleno questa settimana e poi verifichiamo», ha invece detto Camoranesi, riferendosi ai postumi di un infortunio muscolare che nelle ultime domeniche di campionato lo hanno frenato.
GORBACIOV IN ARRIVO, CAMBIA IL PROGRAMMA - Cambiamento per il programma della Nazionale a Coverciano. Venerdì infatti si svolgerà a porte aperte la seduta del pomeriggio e non quella del mattino come programmato. In programma c' è infatti, anche se ancora non ufficialmente confermata, la visita dell' ex premier sovietico, nonchè premio nobel per la pace, Michail Gorbaciov.
OCCHI SU CASSANO, SCHERZI IN CAMPO - Gli scherzi di Cassano, gli scarpini nuovi, il pallone dell'Europeo, la presenza di Vito Scala: immagini dal primo giorno di raduno della Nazionale. Tra le novità, la principale è stata quella della presenza del giovane attaccante della Roma, che alle prime convocazioni per le amichevoli aggiunge ora la prima presenza ufficiale. Telecamere e fotografi nella prima giornata sono tutti per lui, che sfoggia sorrisi al bar di Coverciano e un vistoso orecchino al lobo sinistro e poi in campo nell' allenamento del pomeriggio porta un po' di allegria. Anche se in questa occasione gli scherzi li subisce, più che farli. «Sei giovane tu devi correre...» gli dice a un certo punto Materazzi, veterano del Mondiale. Poi casualmente, nel torello, il difensore lo colpisce con una pallonata sul volto. Obiettivi anche puntati sul primo allenamento col roteiro, il pallone ufficiale degli Europei al quale gli azzurri cominciano ad abituarsi. Alcuni dei giocatori hanno poi sfoggiato scarponi variopinti: da quelli gialli fosforescenti di Vieri alla coppia dorata di Totti, lasciata sapientemente a bordo campo perché fosse vista da tutti. Neanche l' arrivo di un sacerdote nel centro tecnico di Coverciano è passato inosservato: ma non ha nulla a che vedere con il ritiro azzurro, nell'albergo di Lisbona Trap avrà a disposizione anche una cappella privata. E' già è stato contattato il parroco della capitale portoghese che, a richiesta, celebrerà messa.
PREMI EUROPEI, PER IL PRIMO POSTO 250 MILA EURO - L' accordo non è ancora codificato, ma per i premi dei 23 giocatori agli Europei l' intesa in sostanza c'è tutta. I giocatori hanno accettato la proposta di farsi pagare, nel caso, solo primo e secondo posto. In caso di vittoria finale a ciascun giocatore andrebbero 250 mila euro, ridotti a 120 mila in caso di secondo posto. In tema di investimenti, uno di entità complessivamente inferiore, ma comunque sostenuto, la Federazione l' ha già fatto ristrutturando Coverciano. Sono stati rifatti i manti erbosi dei due campi principali, è stato costruito un nuovo campo sintetico di nuovissima generazione. Migliorie poi sono state apportate alla terrazza della tribunetta stampa, a un campo da tennis in sintetico di cui pochi azzurri in verità fanno uso e alla foresteria che ospita i giocatori. Ora è possibile dormire anche in camere singole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera