Sabato 23 Gennaio 2021 | 15:57

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Se restare o no l'Italia si atterrà alle decisioni di Baghdad

PORTOROSE (SLOVENIA) - Sulla permanenza o meno del contingente italiano in Iraq dopo lo scioglimento della coalizione, l'Italia si atterrà alle decisioni che prenderà il nuovo governo di Baghdad: lo ha detto stamani, a Portorose (Slovenia), il ministro degli Esteri, Franco Frattini, parlando con i giornalisti della situazione in Iraq dopo il 30 giugno e della presenza del contingente italiano nella regione.
«L'impressione - ha detto Frattini - è che quando la coalizione si scioglierà, cioè il 30 giugno, sarà il governo iracheno a dover decidere ed evidentemente gli italiani sono tra quelli che vengono considerati in modo positivo per il metodo di lavoro che hanno dimostrato anche a Nassirija. Sono quindi convinto - ha sottolineato - che il futuro governo iracheno farà una valutazione che terrà conto anche di questo». «Lo ripeto: noi - ha concluso Frattini - ci atterremmo alle decisioni che il nuovo governo di Baghdad prenderà, sia per rimanere, sia per non rimanere in Iraq».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400