Giovedì 21 Gennaio 2021 | 18:58

Il Biancorosso

Serie C
Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariEmergenza contagi
Bitonto, focolaio Covid a Villa Giovanni XXIII: 110 positivi tra anziani e operatori

Bitonto, focolaio Covid a Villa Giovanni XXIII: 110 positivi tra anziani e operatori

 
Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Il decreto sull'alternanza scuola-lavoro

ROMA - Il decreto sull'alternanza scuola-lavoro disciplina la possibilità, per gli studenti che abbiano compiuto 15 anni, di frequentare i corsi del secondo ciclo in alternanza scuola-lavoro.
Questo percorso formativo viene attuato sotto la responsabilità dell'istituzione scolastica per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, di sperimentare - spiega il ministero - le proprie vocazioni e attitudini ai fini di una scelta più consapevole rispetto ai percorsi successivi. Questo strumento, «che estende e mette a sistema - ha spiegato il ministro - le migliori esperienze già acquisite dalle scuole (area dell' istruzione professionale, iniziative sperimentali nell'istruzione tecnica), consentirà ai ragazzi di acquisire, oltre alle conoscenze di base, anche le competenze spendibili sul mercato del lavoro».
Tra i punti-chiave del decreto c'è innanzitutto il riconoscimento dell'alternanza scuola-lavoro quale modalità di realizzazione della formazione del secondo ciclo per gli studenti compresi tra 15 e i 18 anni. A questo scopo è prevista la stipula di apposite convenzioni tra le istituzioni scolastiche-formative e le camere di commercio, gli enti pubblici e privati, compresi gli enti di ricerca, le imprese e il mondo del volontariato. Un Comitato nazionale si occuperà dello sviluppo, del monitoraggio e della valutazione del sistema di alternanza scuola-lavoro.
L'organizzazione didattica sarà di conseguenza volta ad alternare periodi di formazione in aula a periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro. Anche esternamente al calendario delle lezioni.
Centrale l'introduzione della figura del tutor: un tutor interno alla scuola e un tutor esterno alla scuola, designato dai soggetti che ospitano gli studenti per i periodi di esperienza pratica. Per il periodo di alternanza scuola-lavoro saranno riconosciuti ai ragazzi dei 'creditì, anche in base alle indicazioni fornite dal tutor esterno; l'istituzione scolastica potrà rilasciare una certificazione supplementare che attesti le competenze acquisite dallo studente per il proseguimento dei percorsi formativi e per il successivo inquadramento nel mondo del lavoro. La possibilità di realizzare percorsi in alternanza potrà essere sfruttata sia nel sistema dei licei sia nel sistema di istruzione e formazione professionale.
In attesa dell'emanazione dei decreti attuativi relativi al secondo ciclo di istruzione, le regioni e le province autonome potranno avviare eventuali sperimentazioni in alternanza scuola-lavoro nell'ambito del sistema della formazione professionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400