Martedì 11 Dicembre 2018 | 18:48

GDM.TV

i più visti della sezione

Ha sempre superato la prima fase

PortogalloQuarta fase finale agli Europei nella storia della nazionale portoghese: in 13 gare disputate il suo bilancio è di 7 successi, 3 pareggi ed altrettante sconfitte, con una differenza reti di 19 fatte e 10 subite, nessun rigore a favore e ben 2 contro, 2 cartellini rossi a proprio vantaggio, 1 a scapito. In ciascuna delle tre edizioni disputate il Portogallo ha sempre superato i gironi di prima fase, arrendendosi ai quarti di finale nel 1996, in semifinale sia nel 1984 che nel 2000 (in entrambe le circostanze per mano della Francia e dopo tempi supplementari: 3-2 nel primo caso, 2-1 nel secondo).
Da ricordare che il Portogallo quest'anno giocherà per la 12esimaa volta i campionati Europei per nazioni: in pratica vi ha sempre preso parte (detiene questo primato ex-aequo con Austria, Bulgaria, Danimarca, Eire, Francia, Grecia, Norvegia, Polonia, Romania, Spagna, Turchia, Ungheria).
Due 3-0, inflitti rispettivamente alla Croazia nel 1996 ed alla Germania nel 2000, costituiscono le due massime vittorie portoghesi nelle fasi finali degli Europei; la massima sconfitta (le tre subite sono state tutte con un gol di scarto) è stata incassata nella semifinale del 1984, 2-3 contro la Francia, dopo tempi supplementari.
Il Portogallo, nelle tre precedenti fasi finali europee cui ha preso parte, ha schierato complessivamente 46 calciatori. Il pluripresente, 9 gare disputate (nelle edizioni 1996 e 2000), risulta Fernando Couto, tallonato da cinque giocatori a quota 8 ciascuno (Dimas, Figo, Joao Pinto M., Rui Costa, Vitor Baia). Nella classifica dei minuti giocati troviamo sempre al comando Couto, a quota 837.
Nuno Gomes è stato uno dei grandi protagonisti dell'Europeo 2000, in Belgio e Olanda. Grazie a questa performance l'attaccante, che ha anche militato nella Fiorentina, risulta il capocannoniere assoluto del Portogallo in fasi finali degli Europei (4 centri), il marcatore principe in singola edizione ed anche il giocatore più decisivo (6 punti portati grazie alle sue reti determinanti). Il plurimarcatore in singola gara è invece Sergio Conceicao, autore di una tripletta contro la Germania, sempre nell'edizione del 2000. In totale sono finora undici i calciatori portoghesi andati almeno una volta in rete nelle gare di fasi finali agli Europei.
La tripletta segnata da Sergio Conceicao in Portogallo-Germania 3-0 del 20 giugno 2000 risulta essere, in assoluto, la massima marcatura mai realizzata in singola partita di fase finale agli Europei. Oltre a quella di Conceicao, sono state firmate altre sei triplette durante le fasi finali degli Europei: ricordiamo Dieter Muller (1976), Allofs (1980), Platini per due volte (1984), Van Basten (1988) e Kluivert (2000).
Tre edizioni su undici degli Europei sono finite a favore della squadra che ha ospitato la fase finale. E' accaduto nel 1964 (Spagna), 1968 (Italia) e 1984 (Francia). Il Portogallo parte con l'obiettivo di essere la quarta nazionale a centrare un traguardo che non si verifica da 20 anni.
Il record di marcatura più veloce nella storia delle fasi finali degli Europei spetta, ex-aequo, a ben quattro giocatori: secondo il sito ufficiale dell'Uefa, infatti, Sergei Aleinikov (Urss-Inghilterra 3-1 del 18 giugno 1988), Hristo Stoichkov (Bulgaria-Romania 1-0 del 13 giugno 1996), Alan Shearer (Inghilterra-Germania 1-1 dts., 5-6 dopo rigori, del 26 giugno 1996), Paul Scholes (Portogallo-Inghilterra 3-2 del 12 giugno 2000) hanno segnato tutti al 3' di gioco. Uno di questi quattro gol è stato pertanto subito proprio dalla nazionale lusitana.
- ALTRE CURIOSITA' Il Portogallo, sommando gare di qualificazione e fase finale, segna agli Europei da 13 incontri consecutivi, in cui ha realizzato un totale di 39 reti. Si tratta di un record nella storia delle partecipazioni portoghesi agli Europei. L'ultimo digiuno è datato 10 ottobre 1998, Portogallo-Romania 0-1, ad Oporto, gara valevole per le qualificazioni a Belgio/Olanda 2000.
Nuno Gomes somma 7 presenze, tra qualificazioni e fasi finali, in gare valevoli per gli Europei ma, considerando che 3 volte è stato sostituito e 3 volte è entrato a gara in corso, i minuti giocati sono appena 390. In questo arco di tempo ha segnato ben 4 reti, alla media di un gol ogni 97,5 minuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie