Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 15:04

GDM.TV

Iraq - Ritrovata granata carica di gas Sarin

BAGHDAD - Una granata carica di gas Sarin è esplosa subito dopo che le forze della coalizione l'avevano trovata in Iraq. A quanto riferito da un portavoce militare americano, «vi è stata una piccolissima fuga di agente chimico».
Il proietto di artiglieria da 155 millimetri era stato cammuffato da mina ed è stato scoperto al passaggio di un convoglio americano, ha riferito il generale Mark Kimmitt, portavoce e numero due del contingente Usa. «Due artificieri sono stati curati per una lieve esposizione al gas nervino, a causa della parziale esplosione della granata», ha spiegato.
Il ritrovamento dell'ordigno caricato con gas chimico risale in realtà a qualche giorno fa, ha precisato il generale Kimmit. Si trattava di un dispositivo molto rudimentale, elaborato in modo da permettere una combinazione di agenti chimici da cui derivasse appunto il micidiale gas nervino; di fatto però, ha ribadito il generale, il quantitativo di sarin contenuto nel proietto era «estremamente limitato».
Fonti dell'amministrazione Usa a Washington dal canto loro si sono limitate ad affermare che sull'episodio sono in corso accertamenti. La scoperta di una granata al sarin da un lato costituisce il primo indizio concreto circa l'esistenza delle armi di sterminio in possesso dell'ex regime di Saddam Hussein che furono addotte dagli anglo-americani come principale giustificazione per l'intervento militare in Iraq, ma di cui fonora non si era rinvenuta traccia, suscitando polemiche sempre più roventi.
D'altro canto il recentissimo ritrovamento dell'ordigno con un aggressivo chimico all'interno svela tuttavia l'enorme confusione che tuttora persiste al riguardo ai vertici stessi della catena di comando Usa: visto che solo ieri il segretario americano Colin Powell, in un'intervista rilasciata al network televisivo "Nbc", aveva ribadito come la Cia e altre agenzia competenti Usa fossero state tratte in inganno circa gli arsenali proibiti di Saddam. Un'ammissione vera e propria, la prima ufficiale in termini tanto espliciti, del fatto che le presunte prove a disposizione del governo di George W. Bush non erano poi così solide, e soprattutto che al resto del mondo furono comunicate senza averle prima verificate a sufficienza. Per gli Stati Uniti e i loro alleati la brutta notizia, comunque, in via immediata potrebbe essere in primo luogo un'altra: ammesso e non concesso che le armi di sterminio irachene esistano davvero, ora i guerriglieri locali sembrerebbero aver cominciato a utilizzarle contro gli alleati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights