Domenica 16 Dicembre 2018 | 05:12

GDM.TV

Il consiglio di governo e governo provvisorio

ROMA - Il consiglio provvisorio di governo, il cui presidente di turno Ezzedine Salim è stato ucciso oggi in un attentato a Baghdad, rappresenta il principale interlocutore politico dell'amministrazione americana dell'Iraq guidata da Paul Bremer.

CONSIGLIO PROVVISORIO DI GOVERNO - Insediatosi il 13 luglio 2003, tre mesi dopo la caduta del regime di Saddam Hussein, il Consiglio riflette la composizione etnica e religiosa dell'Iraq: dei suoi 25 componenti, 13 sono sciiti, 5 sunniti, 5 curdi, 1 cristiano e 1 turcomanno. Una delle tre donne presenti al suo interno, la sciita Akila al Hachimi il 20 settembre 2003 venne ferita gravemente in un agguato a Baghdad e morì pochi giorni dopo. La presidenza del Consiglio ruota su base mensile fra nove dei membri: cinque sciiti, tra cui proprio Ezzedine Salim, due sunniti e due curdi. Le funzioni di questo organismo sono simili a quelle di un ristretto Parlamento consultivo. Il consiglio si è prefisso due compiti principali: rilanciare l'economia e partecipare con la coalizione a ristabilire la sicurezza. Bremer ha un diritto di veto sulle decisioni del consiglio sul quale esercita una tutela di fatto.
Tra le realizzazioni del Consiglio di governo, la più importante è stata l'approvazione, il primo marzo scorso, della Costituzione provvisoria che dovrà reggere il paese dal 30 giugno fino alle elezioni del gennaio 2005. Lo stesso Consiglio di governo dovrebbe cessare le sue funzioni il 30 giugno al momento del passaggio dei poteri dall'amministrazione a guida Usa ad un nuovo governo.

GOVERNO PROVVISORIO IRACHENO - Il governo provvisorio iracheno è stato invece nominato dal Consiglio di Governo il primo settembre 2003 ed è composto da 25 ministri (24 uomini e una donna). La rappresentanza etnica e confessionale dell'esecutivo è la stessa del Consiglio di governo: 13 ministri sciiti, cinque sunniti, cinque curdi, uno cristiano e uno turcomanno. Nel governo provvisorio non è prevista la carica di primo ministro e, su disposizione del «governatore» Paul Bremer, non c'è un ministro della difesa.
La vita del governo provvisorio è stata finora assai tormentata. Il 12 ottobre il ministro del Petrolio Ibrahim Mohammad Bahr al Ulum (figlio di un membro del Consiglio di governo) è sfuggito ad un attentato a Baghdad. Il 28 marzo di quest'anno, nei pressi di Mossul, la sola donna ministro del governo provvisorio, la curda Nesrine al Barwari, è sfuggita ad un attentato che è costato la vita a tre delle sue guardie del corpo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini