Lunedì 10 Dicembre 2018 | 09:11

GDM.TV

i più visti della sezione

Quali sono le regole d'ingaggio

ROMA - Dopo gli scontri violenti di questi giorni a Nassiriya, ritorna il dibattito sulle regole d'ingaggio dei militari italiani impegnati nell'operazione Antica Babilonia. Sono adeguate? Il ministro della Difesa, Antonio Martino, oggi ha ribadito che le regole d'ingaggio, al momento, non cambiano. «Sono - ha spiegato - perfettamente adeguate alle circostanze. Al mutare delle circostanze, le disposizioni all'interno di quelle regole d'ingaggio possono essere modificate».
Lo Stato maggiore della Difesa ha precisato che «i nostri reparti hanno sempre risposto con fermezza ai reiterati e violenti attacchi, nel pieno rispetto delle regole d'ingaggio in vigore».
Le regole d'ingaggio del contingente italiano Babilonia sono comuni e concordate con tutti i contingenti della coalizione in Iraq. Esse prevedono l'uso della forza minima necessaria e proporzionale all'offesa. E' previsto che l'uso della forza sia esercitato al livello più basso possibile, in funzione delle circostanze ed in misura proporzionale alla situazione, nel rispetto del diritto internazionale, nonché delle leggi e regolamenti nazionali. In particolare, esso deve assicurare, nel modo più efficace, la tutela e la sicurezza del personale.
I militari sono soggetti al codice penale militare di guerra.

Le regole di ingaggio dei militari italiani i Iraq prevedono un «diritto e un dovere» alla difesa con un «uso proporzionato della forza». Ha sottolineato il ministro della difesa Antonio Martino conversando con i giornalisti oggi a Bruxelles.
«Quello che è successo - ha detto il titolare della Difesa - è che c'è stato un incremento dell'aggressività dei gruppi miliziani che usano lanciarazzi a spalla e mortai pesanti contro i nostri militari i quali in base alle regole di ingaggio hanno il diritto e dovere di difendersi con un uso proporzionato della forza».
Il ministro ha comunque ricordato che tenendo conto sia «degli intenti sia del modus operandi» quella in Iraq è una «missione di pace, perché noi non spariamo addosso alla gente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour