Domenica 24 Gennaio 2021 | 20:50

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Tutti i cerignolani attorno al conte

Il nostro viaggiatore, con il suo seguito, giunse dunque in Cerignola che trovò cittadina ben costruita e scoprì anche che c'era ancora una pietra miliare romana. Grande festa, e soprattutto grande curiosità per il loro arrivo, nella località foggiana. Ecco come ce le racconta il conte alemanno: ...nella locanda si radunarano molte persone e, secondo l'usanza locale, anche la nostra stanza venne invasa dalla gente che ci guardava a bocca aperta come se fossimo delle marmotte. Ci ponevano domande sulla nostra terra natìa, sul nostro viaggio e poi parlavano del loro paese, del campo di battaglia di Canne, delle antichità della zona. Il nostro gentile oste mandò a chiamare un certo signor Giovanni Danielle, un giovanotto molto ben istruito che era ben informato e della regione e degli scrittori antichi.Nello scritto dello Stolberg il signor Giovanni diventa don Giovanni - il tedesco fa subito sua l'abitudine meridionale di dare del donalle persone in vista e naturalmente anche amabili; e il simpatico giovanotto racconta tutta la battaglia di Canne, le disposizioni dell'esercito romano e di quello cartaginese. Porta anzi i visitatori sui luoghi di Canne della battagla e fa vedere ai nuovi amici stranieri le lontane città di Manfredonia e di Monte Sant'Angelo. E dice che, da quelle parti, alita forte - e caldo ancora - il favonio, il vento africano che soffiò tremendo durante la battaglia che vide la sconfitta dei potenti legionari romani. Poi porta i nuovi amici a casa sua e, udite, udite, che cosa fa vedere loro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400