Venerdì 14 Dicembre 2018 | 20:39

GDM.TV

Il Ministro: in arrivo altri Parchi blu

ROMA - E' più blu il Mare Nostrum edizione 2004. Le cattive acque in sei mesi sono arretrate del 14% mentre il mare di qualità ha ottenuto un salto in avanti di sei punti percentuali.
Questa la fotografia del mare italiano scattata dal ministero dell'Ambiente alla vigilia della stagione balneare attraverso il programma di monitoraggio marino-costiero che da tre anni batte a tappeto i mari delle 15 regioni costiere nazionali e ha raccolto nel triennio 250mila dati su 81 aree, 63 critiche (foci di fiumi, aree portuali, ecc) e 18 nelle riserve marine. Per l'ultimo periodo in particolare (ottobre 2003-marzo 2004) il 14% delle acque è risultata di bassa qualità mentre negli stessi mesi la bassa qualità interessava il 20% del mare.
«In questi sei mesi - ha detto il ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, Altero Matteoli, presentando la settimana "Tuttambiente", a Lucca, dedicata alle aree protette - sono aumentate le acque di alta qualità: il 42% oggi contro il 36% nei sei mesi dell'anno precedente. Ci conforta vedere da questi dati che proprio nelle aree critiche le acque di bassa qualità sono diminuite passando dal 36% al 22% di oggi». Tutto ciò, ha proseguito il ministro, «non fa altro che confermare che l'attenzione, i controlli, i monitoraggi costanti sul territorio e sul mare ci aiutano ad aumentare gli standard di qualità ambientale necessari per tutte le politiche e per salvaguardare la salute e la qualità della vita dei cittadini».

Il mare di qualità non può però esistere senza riserve marine. Attualmente sono 23 le aree sotto tutela istituite e altre tre sono in arrivo, ha annunciato il ministro Matteoli: due nel Cilento (Santa Maria di Castellabate e la Costa degli Infreschi) e una in Sicilia (Capo Murro di Porco-Penisola della Maddalena). «Tutela del mare e in contemporanea incentivazione delle attività legate ad esso - ha detto Matteoli - rappresentano la formula che porta dritta verso lo sviluppo del sistema. Un «assegno circolare per ricchezza e turismo».
E sul fronte protezione natura in generale, l'Italia, per qualità e quantità di verde protetto ha tutte le carte in regola «per tracciare la strada per un sistema Europa con il suo 11% di superficie tutelata». Oltre alle 23 riserve marine, il sistema aree protette conta 22 Parchi nazionali. «Da quando mi sono insediato come ministro dell'Ambiente - ha sottolineato Matteoli - ho istituto 5 parchi nazionali, quattro aree marine protette, due parchi archeologici sommersi e il santuario per i mammiferi marini, per circa 100.000 nuovi posti di lavoro. Ma non è solo questione di numeri. Ho voluto fortemente puntare sulla valorizzazione di queste aree, non solo incrementandone il numero ma coniugando tutela dell'ambiente, sviluppo, crescita economica e identità territoriale».
E' proprio su questi presupposti che si fonda la manifestazione «Tuttambiente», organizzata a Lucca dal ministero e dall'associazione Mareamico dal 18 al 23 maggio prossimi con il supporto, tra gli altri, di Vodafone e Enel.
«La manifestazione - ha detto il presidente di Mareamico, Puccio Corona - rappresenta una ghiotta occasione per promuovere i territori delle aree protette ancora poco conosciute. Il nostro primo obiettivo sarà quello di avviare un rapporto e un confronto con i dieci Paesi entrati nell'Unione Europea».
L'iniziativa rientra anche nel piano strategico di sviluppo turistico e culturale della città di Lucca che, ha sottolineato il sindaco, Pietro Fazzi, con la manifestazione inaugura una tradizione, oltre che nel campo della musica, in quella della tutela dell'ambiente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori