Sabato 15 Dicembre 2018 | 19:33

GDM.TV

Innamorato della Puglia

S'innamorò della Puglia, Fernand Gregorovius, soprattutto per ragioni storiche: la nostra terra era stata cara a Federico II e il romantico tedesco, alla maniera del suo grande Goethe, se ne scese con cuore di pellegrino a ritrovare i monumenti e i luoghi e le popolazioni che furono nel cuore, ma anche nell'astio, dell'imperial nipote di Federico Barbarossa. Due volte scese in Puglia: nel 1874 e nell'anno successivo. Le sue impressioni furono raccolte nel bel libro "Nelle Puglie", stampato in Firenze nel 1882. Ed eccolo nel paesaggio della Puglia piana, eccolo nella campagna fra Foggia e Manfredonia dove si delineano anche i monti.

Nella steppa pugliese: fiori e formaggio
La prima impressione che il Gregorovius annota nelle sue pagine è il paesaggio nel quale è immersa Manfredonia: …verso Manfredonia il Tavoliere è quasi privo di alberi ed è ricco di erbe ed ha insieme qualcosa della steppa. Il finocchio selvatico dalle lunghe aste, coronate dai loro graziosi mazzolini di fiori color oro-giallo ha preso il posto degli alberi e degli arbusti. Qui l'asfodelo, il caglio e la mente sono come un mare flessuoso e ondeggiante di fiori. La verde steppa, per quanto l'occhio può abbracciare, è qua e là cosparsa di fattorie. Dall'alto di ciascuna di esse si eleva una piccola piramide, che si termina in un fumaruolo: sono i fornelli ove viene cotto e manipolato il formaggio pecorino. Siffatti camini possono chiamarsi le figure caratteristiche di questi pascoli senza fine, come nella campagna di Roma lo sono le torri medievali e i sepolcri antichi.

Andria, terra di mandorli e di braccianti dai visi abbronzati
Fernand Gregorovius, seguendo le orme federiciane, se n'andò ad Andria la città fidelis di Federico II: tanto fedele che,nella sua Cattedrale, l'imperatore fece seppellire ben due sue mogli. Eccolo a contatto con la civiltà contadina di quel centro: …la città di Andria giace su di una ubertosa pianura e tutta la campagna è uno sterminato giardino di mandorli. Qua e là s'avvicendano oliveti, vigne e anche piantagioni d'arance, ma il mandorlo predomina. Chi non conosca le condizioni agrarie della Puglia, sarebbe indotto a pensare che fra tanta abbondanza di una nutura paradisiaca gli uomini vivano sguazzando nella ricchezza. Invece non sarebbe piccola la sua meraviglia nel trovarvi solo pochi ricchi possidenti; e poi moltitudini innumerevoli di campagnoli e braccianti condannati da una vita di stenti e di miseria. La città, nelle ore del giorno deserta e morta, la sera rigurgitava di popolo; ma, beninteso, di una classe sola, contadini e lavorator de' campi, tutti dalle facce abbronzate i più ai tratti ben formati, con le loro giubbe paesane di fustagno color cilestre. La tranquilla impassibilità di quella moltitudine di uomini che stavano a gremire le piazze. E il paesaggio mi colpì in modo singolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini