Lunedì 18 Gennaio 2021 | 12:11

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaa Castelsaraceno
Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

 
BariIl caso
Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

 
FoggiaLieto evento
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Diciottenne soffocata in auto: sospetti sul nonno

REGGIO EMILIA - Soffocata per la pressione di due dita nella gola: è morta così Elisa Freschi, la studentessa diciottenne trovata priva di vita nell'auto del nonno dopo una telefonata fatta da quest'ultimo alla figlia, cioè la madre della ragazza.
E' questo l'esito della prima ispezione medico-legale fatta alla presenza del Pm Luciano Padula, lo stesso che si sta occupando anche dell'uccisione della pensionata trovata accoltellata all'alba nella sua abitazione a Castelnuovo di Sotto, e del capitano Germano Passafiume, comandante della compagnia dei carabinieri di Reggio Emilia.
Il nonno, F.B., è tuttora ricercato dai militari dell'Arma e dalla polizia in tutta la provincia, anche nell'ipotesi - in qualche modo annunciata durante la telefonata alla figlia - che abbia meditato il suicidio.
Il movente, secondo una prima ricostruzione dei militari, andrebbe ricercato in un handicap psicomotorio della studentessa, provocato anni fa da un incidente stradale. Da allora la ragazza sarebbe seguita, sempre a quanto risulta ai carabinieri, anche da un'assistente sociale.
Secondo quanto ipotizzano gli investigatori, il nonno, dopo aver fatto salire la nipote sulla sua Seat Ibiza al termine delle lezioni, ha fatto in auto un tragitto brevissimo, fermandosi sulla stessa strada per Sant'Ilario in cui ha sede l' istituto 'Silvio D'Arzo', che ha vari indirizzi: tecnico-commerciale, liceo scientifico, istituto tecnico industriale e professionale. Si è fermato in un parcheggio, in un punto nascosto alla vista da un autocarro, e qui avrebbe soffocato la ragazza, che non avrebbe avuto possibilità di reagire anche a causa del suo handicap. Poi ha telefonato alla figlia, dicendole della morte di Elisa e della sua intenzione di farla finita.
Immediatamente alcune pattuglie dei carabinieri si sono recate sul posto, mentre in tutta la zona - con l'intervento anche di equipaggi della polizia - sono scattate le ricerche dell'anziano.
Il nonno, a quanto si è appreso, è andato a prendere a scuola la ragazza non al termine delle lezioni, come si era ipotizzato in un primo momento, ma verso le 10, poichè Elisa non si sentiva bene, come era accaduto anche in altre circostanze a causa del suo stato di salute.
La tragedia sarebbe avvenuta poco dopo, nell'ampio parcheggio antistante la scuola, poi l'uomo sarebbe stato visto, verso le 11, in stato confusionale in un locale pubblico della Val d'Enza, dove aveva lavorato alla cassa-biglietteria. Solo almeno dopo mezzogiorno il nonno avrebbe telefonato alla figlia, dicendole frammentariamente quello che era successo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400