Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 12:37

GDM.TV

Passeggiare sulle nuvole

PARIGI - In montagna, i rischi di edema polmonare cominciano già sopra i 1400 metri. Uno studio francese, pubblicato sulla rivista «Chest» mette in guardia i patiti della montagna, magari in partenza per la settimana bianca: anche se la quota non è elevata, sintomi come respiro affannoso e senso di oppressione al petto non vanno trascurati, perchè potrebbero segnalare la presenza di un edema ai polmoni. Una disfunzione dovuta alla bassa pressione atmosferica che porta gli alveoli polmonari a riempirsi di liquidi, succhiati ai tessuti circostanti.

Claude Martin, dell'Ospedale Universitario di Marsiglia, ha studiato 52 casi di edema polmonare avvenuti, negli ultimi due anni, in uomini giovani che erano andati a trascorrere le vacanze sulla neve. Tutti i casi si erano verificati, sulle Alpi francesi, a quote comprese tra i 1400m e i 2400m, quindi, ad altitudini normalmente considerate 'innocuè per chi non ha problemi di salute o malattie croniche. Gli esami radiografici, effettuati in un Pronto Soccorso a 500 m di altitudine, indicavano la presenza di edema polmonare, mentre le analisi del sangue confermavano che le difficoltà respiratorie avevano pericolosamente abbassato i livelli di ossigeno.
Infatti, i pazienti non riuscivano più a respirare normalmente, avevano l'affanno e, nel 77% dei casi, emettevano dei 'rantolì profondi quando provavano ad inspirare. Tutti i casi sono rapidamente migliorati grazie a trattamento con ossigeno (da 3 a 12 L/min) soffiato nei polmoni, limitazione dei liquidi ingeriti, qualche giorno a letto e il divieto temporaneo di tornare sulle piste da sci.

Secondo i ricercatori, questi casi suggeriscono che gli edemi polmonari dovuti ad alta quota si verificano, con una frequenza molto superiore a quello che si pensava, anche ad altitudini relativamente basse e in uomini giovani che non sembravano essere predisposti. Per questo, incoraggiano ad intervenire subito in caso di sintomi che facciano sospettare edema, a prescindere dalla quota raggiunta.



(20/01/03)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights