Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 14:44

GDM.TV

Autobomba a Baghdad, morti cinque iracheni e un soldato Usa

BAGHDAD, 6 maggio '04 - Un'autobomba esplosa oggi vicino alla Zona verde attorno al Quartier generale americano a Baghdad ha provocato la morte di cinque o sei civili iracheni e di un soldato Usa, a seconda delle fonti. C'è confusione sul numero dei feriti: i civili iracheni sarebbero 13 o 23, quattro molto gravi, a seconda delle fonti, americane o testimoni; i soldati Usa due o tre, anch'essi in condizioni molto gravi. Il bilancio comunque potrebbe crescere, hanno aggiunto le fonti militari Usa, della polizia irachena e ospedaliere.
Polizia irachena e militari Usa confermano che si è trattato di un attacco suicida con autobomba. Il veicolo kamikaze, secondo la polizia irachena, si è lanciato, sul ponte 14 luglio, verso l'ingresso della Zona verde: all'interno di questa si trova il complesso strettamente sorvegliato in cui vi è l'amministrazione sia civile che militare americana. Erano circa le 7,30 locali, due ore prima in Italia.
Quell'ingresso è attualmente interdetto al pubblico, e vi possono accedere solo i militari e gli impiegati che lavorano nella sede della coalizione. In quel momento sul ponte c'era una fila di auto, verosimilmente molte di impiegati iracheni, che aspettavano di entrare nel complesso.
Alcuni testimoni affermano che l'autobomba, prima di esplodere, aveva fatto il giro attorno al muro di cemento che circonda la Zona verde.
Subito dopo lo scoppio, altre auto che erano in fila sul ponte hanno preso fuoco. Persone sono state viste fuggire con gli abiti in fiamme, e sangue su tutto il corpo. Altre sono state viste bruciare intrappolate nei loro veicoli. Una gamba di una vittima è stata proiettata 200 metri lontano.
Quello di oggi è il primo attentato a Baghdad dal 17 marzo, quando un'auto imbottita di esplosivo aveva devastato l'Hotel Moprovocato 28 morti e 40 feriti, morti davanti all'hotel Monte del Libano, frequentato soprattutto da arabi. Anche in quel caso, quindi, obiettivo erano essenzialmente iracheni o civili arabi che in qualche modo collaboravano o lavoravano con la coalizione occupante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights