Martedì 07 Aprile 2020 | 06:28

Il Biancorosso

Storia biancorossa
Il magico aprile del Bari di Klas

Il magico aprile del Bari di Klas

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'ordinanza
Bari, sindaco ordina chiusura dei negozi a Pasqua e Pasquetta

Bari, sindaco ordina chiusura dei negozi a Pasqua e Pasquetta

 
BrindisiSolidarietà
Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

 
PotenzaL'emergenza
Potenza, muore 77enne al San Carlo per Covid: fu il primo potentino ricoverato

Potenza, muore 77enne al San Carlo per Covid: fu il primo potentino ricoverato

 
TarantoDa mercoledì
Castellaneta, chiude ospedale per sanificazione: oltre 30 contagiati tra personale sanitario

Castellaneta, chiude ospedale per sanificazione: oltre 30 contagiati tra personale sanitario

 
LecceIl virus
Coronavirus, salgono a 9 gli anziani morti in Rsa in Salento

Coronavirus, salgono a 9 gli anziani morti in Rsa di Soleto in Salento

 
FoggiaI controlli
Carapelle, taglio e piega in casa delle clienti: denunciata parrucchiera

Carapelle, taglio e piega in casa delle clienti: denunciata parrucchiera

 
BatL'idea
Barletta, #Uscirnesipuò parte l’asta di beneficenza anti Covid-19

Barletta, #Uscirnesipuò parte l’asta di beneficenza anti Covid-19

 
MateraOltre l’emergenza
Matera, Festa della Bruna «Solo il carro e i pezzi all’asta»

Matera, per la Festa della Bruna: «solo il carro e i pezzi all’asta»

 

i più letti

Anche a Bari un bus navetta solo per immigrati

BARI – Funziona anche a Bari, da un paio di settimane, un bus navetta dedicato che collega il Cara (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) di Bari-Palese, con la stazione ferroviaria di Bari centro. Il servizio, che è gratuito, è stato istituito il 21 marzo scorso grazie ad una intesa tra l’amministrazione comunale e la prefettura di Bari raggiunta dopo una riunione del comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico. All’origine della decisione sono stati addotti motivi di sicurezza legati al fatto la fermata della linea di trasporto urbano preesistente ed usata dagli immigrati del Cara dista un paio di chilometri dall’ingresso del centro. Gli immigrati quindi per accorciare la strada, percorrevano un tragitto che attraversa campi agricoli privati e anche i binari di una linea ferroviaria, provocando disagi agli agricoltori ed esponendosi al rischio di essere investiti da un treno. Il bus navetta fa quattro corse al giorno. Gli immigrati, precisò il sindaco, Michele Emiliano, possono prendere anche gli altri autobus, pagando il biglietto come tutti gli altri cittadini. Anche l’iniziativa barese aveva suscitato qualche perplessità e oggi i giovani di 'Sinistra Criticà in una manifestazione dinanzi alla stazione ferroviaria hanno distribuito volantini chiedendo tra l’altro al sindaco di eliminare quegli autobus perchè sono prove di «segregazione razziale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400