Domenica 26 Settembre 2021 | 18:45

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Torna la marcia della Pace nel nome di don Tonino

Torna la marcia della Pace nel nome di don Tonino
di LUCREZIA D’AMBROSIO

MOLFETTA - È stato ufficializzato il programma della 48esima edizione della marcia nazionale per la pace che si terrà a Molfetta il prossimo 31 dicembre e che abbraccerà la città intera da ponente a levante. Organizzata dall’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro, Caritas Italiana, Pax Christi, Azione Cattolica Italiana, la marcia torna a Molfetta, a 23 anni dalla memorabile marcia guidata a Molfetta da don Tonino Bello, appena tornato da Sarajevo e a pochi mesi dalla sua morte. Il tema della marcia sarà «Vinci l’indifferenza e conquista la pace».

«L’indifferenza nei confronti delle piaghe del nostro tempo - si legge nella nota della Sala Stampa che presenta il tema - è una delle cause principali della mancanza di pace nel mondo. L’indifferenza oggi è spesso legata a diverse forme d’individualismo che producono isolamento, ignoranza, egoismo e, dunque, disimpegno». «La pace - prosegue la nota - va conquistata: non è un bene che si ottiene senza sforzi, senza conversione, senza creatività e confronto. Si tratta di sensibilizzare e formare al senso di responsabilità riguardo a gravissime questioni che affliggono la famiglia umana, quali il fondamentalismo e i suoi massacri, le persecuzioni a causa della fede e dell’etnia, le violazioni della libertà e dei diritti dei popoli, lo sfruttamento e la schiavizzazione delle persone, la corruzione e il crimine organizzato, le guerre e il dramma dei rifugiati e dei migranti forzati» .

In occasione della marcia nazionale per la pace i partecipanti già a partire dalle 15 del 31 dicembre verranno accolti nella Basilica Madonna dei Martiri. Alle 17, dopo gli interventi introduttivi di Paola Natalicchio, sindaco di Molfetta, mons. Ignazio de Gioia, amministratore diocesano, Michele Emiliano, presidente Regione Puglia, ci sarà un momento di preghiera interreligioso, poi alle 17.45 ci sarà la Marcia verso la Cattedrale. Prevista l’animazione a cura degli Operatori Caritas e dei Gruppi Scout e la posa a dimora di un ulivo, in Piazza Paradiso, con terreno di un bene confiscato alla mafia Alle 18,30 in Cattedrale ci sarà l’intervento di don Luigi Ciotti, fondatore di Libera a cui seguiranno testimonianze di impegno a cura dell’Azione Cattolica e dell’Agesci A seguire marcia verso la Stazione, passaggio dal sito dell’omicidio di Giovanni Carnicella, aimazione a cura di Libera.
Poco prima delle 20, in prossimità della stazione le testimonianze di Ibrahim Elsheikh, Diocesi di Trani- Barletta-Bisceglie, don Gianni de Robertis e una coppia di coniugi della Parrocchia S. Marcello di Bari, Luisa Gissi, Forum Molfetta accogliente, mons. Filippo Santoro, presidente della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace. E poi marcia in direzione del PalaFiorentini, testimonianze di don Mimmo Francavilla, delegato regionale Caritas Puglia, Fulvia Gravame, Peacelink, mons. Luigi Bettazzi, già presidente di Pax Christi. A seguire tutti in marcia verso la Parrocchia Madonna della Pace e Santa Messa presieduta da mons. Giovanni Ricchiuti presidente di Pax Christi trasmessa in diretta da TV 2000.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie