Lunedì 20 Settembre 2021 | 18:53

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

«Ti lascio una canzone» È Valentina da Potenza la regina di Raiuno

«Ti lascio una canzone» È Valentina da Potenza la regina di Raiuno
POTENZA - Bisognava incoronare la canzone regina di questa edizione. Ma non c’era la necessità di arrivare al traguardo per decretare la voce più interessante del programma di Antonella Clerici. È quella di Valentina Critelli, 9 anni, di Potenza, che puntata dopo puntata è diventata la vera star della trasmissione «Ti lascio una canzone».

Si è sempre cimentata con brani difficili, di cantanti di primo livello come Whitney Houston, dimostrando grandi capacità vocali assolutamente inedite per una bambina della sua età.

Sull’onda del successo al programma di Raiuno, Valentina è pronta a calcare altri palcoscenici, potendo contare su una schiera di fan in continua crescita: lo dimostra la sua pagina Facebook che al momento conta oltre 1900 iscritti. E su un palcoscenico prestigioso ci salirà molto presto: Lorella Cuccarini, giurato del programma, l’ha «ingaggiata» per far parte della sua compagnia che girerà l’Italia con un musical natalizio.

Papà Gennaro (chitarrista blues noto a Potenza) e mamma Cinzia Sarli sono gli unici a cui Valentina deve dire grazie per questo suo percorso canoro. I genitori devono «respingere» le immancabili rivendicazioni di paternità del successo. Lo dice con tono polemico Gennaro: «L’iscrizione a “Ti lascio una canzone” è stata una nostra idea. Siamo andati da soli a Roma per i provini e da soli abbiamo proseguito fino all’approdo in prima serata. È falso - tuona Gennaro - ciò che sento dire in giro, cioé che qualcuno della Rai di Basilicata abbia presentato Valentina agli autori del programma».

Chiusa l’esperienza televisiva, i genitori di Valentina vogliono togliersi macigni dalle scarpe. E Gennaro non risparmia critiche neppure alla classe politica: «Siamo rimasti delusi - aggiunge - perché non c’è stato nessun amministratore che pubblicamente abbia parlato di nostra figlia. Non una parola a supporto della bambina impegnata al concorso canoro. Cosa che invece il presidente Pittella ha fatto per il piccolo Giacomo che ha partecipato allo Zecchino d’oro. Per Valentina, insomma, neppure un cenno. Mi aspetto che ora dicano che sia la portabandiera della Basilicata, di Potenza. Anzi, qualcuno lo sta già dicendo. No, lei non porta alcuna bandiera. E credo proprio - conclude - che non parteciperà ad alcun evento che eventualmente volessero organizzare in città». Una coda polemica del vulcanico Gennaro. Diretto, schietto, privo di fronzoli. Proprio come il suo approccio alla chitarra e al blues.

ma.bra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie