Lunedì 20 Settembre 2021 | 22:45

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

«Memoria, identità e futuro» l'arte per la causa armena

«Memoria, identità e futuro» l'arte per la causa armena
TARANTO - In occasione dell’undicesima giornata nazionale del contemporaneo Amaci (Associazione dei Musei d’arte contemporanea italiani), sabato 10 ottobre, nella chiesa di Sant'Andrea degli Armeni, alle 18.30, avrà luogo l’inaugurazione della mostra Memoria | identità | futuro. Ricordando Hrand Nazariantz. Venticinque presenze nell’arte contemporanea tra Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, promossa ed organizzata dalla Fondazione Rocco Spani Onlus e dalla Domus Armenorum, in collaborazione con il Centro Interculturale Nelson Mandela di Taranto. Hanno inoltre collaborato al progetto: l’unione delle comunità armene d’Italia, l’associazione «Salam Ong» e gli operatori di «Tarantovecchia.org».

La rassegna, progettata da Giulio De Mitri e curata dal critico e storico dell’arte Sara Liuzzi, annovera venticinque noti artisti e giovani emergenti che operano con differenti linguaggi nei diversificati ambiti della ricerca artistica contemporanea e appartenenti ad aree geografiche del sud-Italia, ognuno dei quali presenterà un’opera omaggiando la poetica di Hrand Nazariantz (Üsküdar, Istanbul, Turchia, 8 gennaio 1886 - Bari, 25 gennaio 1962). Il poeta, scrittore e giornalista, naturalizzato italiano, ha contribuito, nel corso della sua esistenza, a sostenere la causa armena. Durante la sua attività ha pubblicato tre importanti poemi: «Il Paradiso delle ombre», «Aurora anima di bellezza», «Nazyade fiore di Saadi». Nel 1953, gli intellettuali italiani e stranieri proposero la sua candidatura al premio Nobel per la letteratura.

Gli artisti invitati sono: Salvatore Anelli, Caterina Arcuri, Andrea Buglisi, Giovanni Cafarelli, Dario Carmentano, Angelo Casciello, Salvatore Comminiello, Fernando De Filippi, Danilo De Mitri, Teo De Palma, Prisco De Vivo, Franco Flaccavento, Anna Guillot, Iginio Iurilli, Giuseppe Sylos Labini, Giovani Leto, Alfredo Maiorino, Marco Mariano, Arcangelo Moles, Pippo Patruno, Stefania Pellegrini, Tarciso Pingitore, Lucia Rotundo, Maria Teresa Sorbara, Antonio Pujia Veneziano.

La mostra resterà aperta sino al 21 novembre. Visite: martedì, giovedì e sabato, dalle 9.30 alle 12.30; domenica dalle 10.30 alle 12.30. Aperture straordinarie su prenotazione, all’indirizzo info@tarantovecchia.org. Info: www.tarantovecchia. org.
All’inaugurazione interverranno: Antonio Basile, critico e docente di Antropologia culturale all’Accademia di Belle Arti di Lecce; Giulio De Mitri, artista e docente di Tecniche e tecnologia delle arti visive contemporanee all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro; Silvano Trevisani, giornalista e direttore della rivista L’Officina. Accompagna la mostra un catalogo realizzato da Favia Edizioni, per la Collana di Arte Contemporanea, «Arte, Territorio e Società». [d. picc.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie